Ti sembra di vivere con il pilota automatico? Attenzione a questi 12 campanelli d’allarme

I giorni passano e ti sembra di vivere sempre la stessa routine? 

E, quando arriva sera, realizzi che è passata un’altra giornata uguale alle altre?

Questo è un pò vivere con il pilota automatico, ovvero lasciare che la vita scorra da sola,  guidata sempre dagli stessi eventi, che si ripetono giorno dopo giorno.

In sostanza, succedono sempre le stesse cose e non ci dai nemmeno tanta importanza, perché si è creato un meccanismo per cui, apparentemente, ‘va bene così’.

Questo meccanismo si attiva perché il pilota automatico può trasmettere sicurezza, tanto ci pensa lui a guidare la tua vita, ma in realtà genera noia, mancanza di motivazione e un senso generale di insoddisfazione.

Il punto è che puoi non accorgerti di avere attivato il pilota automatico! 

Senti che manca qualcosa alla tua vita, ma non riesci a dare un nome alla frustrazione, o perlomeno a darle una causa.

Come sempre, il primo passo per migliorare tutto ciò è capirne le cause.

Ecco allora i 12 campanelli d’allarme che ti indicano che hai attivato il pilota automatico e come disattivarlo per riprenderti in mano la tua vita.

 

Senti di vivere con il pilota automatico? Occhio a questi campanelli d’allarme

1) Ti svegli senza stimoli
Prova a pensare al mattino quando suona la sveglia.

Apri gli occhi e cosa pensi?

Che sarà una fantastica giornata piena di cose interessanti da fare e di persone da incontrare? 

Oppure che anche oggi sarà lo stesso film già visto e rivisto?

Se la seconda è quella buona, allora significa che hai attivato – più o meno consapevolmente – il pilota automatico nella tua vita.

Questo perché, semplicemente, non hai nulla da aspettarti dalla giornata che sta arrivando.

Prima ancora che inizi, l’hai già cancellata, perché inconsciamente sai che sarà la stessa di ieri, dell’altro ieri e anche di domani…

E questo porta direttamente al secondo campanello d’allarme…

 

2) Hai sempre la stessa routine

Se la tua routine è la stessa dell’anno scorso e dell’anno prima ancora e sai che sarà la stessa anche l’anno prossimo, ti invito a  fare attenzione, perché questo è un campanello d’allarme che hai inserito il pilota automatico nella tua vita.

Attenzione, non sto dicendo che è sbagliato avere una routine, anzi, ma se non c’è alcuna variante nel corso della giornata, allora diventa ripetitiva e, di conseguenza, noiosa, perché non c’è niente di diverso che ti stimoli o di cui essere entusiasta.

E quando una routine di questo tipo va avanti per troppo tempo, potresti scoprire che la vita ti passa accanto senza che tu te ne accorga…

 

3. Fai fatica a ricordare le cose

Il terzo campanello di allarme che ti suggerisce che stai vivendo con il pilota automatico attivato è che fai fatica a ricordarti le cose che ti sono appena successe.

Ad esempio stai tornando dal lavoro, improvvisamente ti trovi davanti alla porta di casa, apri con le chiavi e non hai minimamente idea di cosa sia successo negli ultimi 20 minuti.

Ma in qualche modo sei tornato a casa tutto intero.

Se questo avviene costantemente, al punto che non ricordi cosa hai fatto al mattino o la conversazione che hai avuto ieri con il tuo collega, questo è un altro aspetto a cui fare attenzione.

Perché il tuo corpo sta funzionando, ma si può dire lo stesso del tuo cervello?

 

4) Ti senti sempre stanco e frustrato

Ora: se hai provato quello che hai letto finora, è probabile che ti senta spesso stanco e frustrato.

Stanco, perché quando la vita è noiosa e ripetitiva, il tuo corpo si sente effettivamente spossato.

Questo è dovuto alla mancanza di stimoli, il che ha senso, soprattutto se la tua routine non cambia mai!

Ti sembra di essere frustrato?

Le persone che vivono con il pilota automatico hanno la sensazione che qualcosa non vada: che ci sia di più nella vita oltre a quello che stanno vivendo.

E questo genera frustrazione.

Se ti sei sentito in questo modo, probabilmente è perché non sei veramente coinvolto con ciò che ti circonda o non vivi il momento, e in fondo vorresti poterlo fare.

 

5) Ti ritrovi a lavorare costantemente

Un altro campanello d’allarme del vivere con il pilota automatico è che sei sempre in modalità ‘on’, ovvero acceso

Questo potrebbe essere dovuto al fatto che sei concentrato solo sul lavoro, che non ti fermi per fare pause, rallentare, passare del tempo con i tuoi cari o anche del tempo con te stesso!

 

6) Tendi a dire “sì” a tutto

Il pilota automatico attivato porta spesso a dire sempre di sì, anche quando, in cuor tuo, vorresti dire no a qualcosa o a qualcuno.

Ad esempio, capi o colleghi ti chiedono di fare un lavoro, magari anche impegnativo e tu, immediatamente, rispondi di sì.

Dopo un paio di secondi però ti fermi e pensi: ma perchè non ci ho riflettuto! Io quel lavoro non lo volevo fare!

Questo può succedere al lavoro, ma anche in famiglia, fra amici, in coppia… e porta direttamente al prossimo campanello d’allarme che squilla quando stai vivendo con il pilota automatico inserito.

 

7) Vuoi piacere a tutti

Vuoi piacere a tutti, non vuoi deluderli e allora ti comporti come gli altri vorrebbero, anche se questo va contro a ciò che tu vuoi davvero.

Che sia un amico che chiede un favore o un collega che ti chiede di fare dei turni di lavoro in più, non sopporti l’idea di deluderli.

Ma stai dimenticando una cosa: un conto è aiutare gli altri, un altro è sacrificare te stesso, per poi finire per provare risentimento e frustrazione.

Serve mettere dei confini, perché voler accontentare tutti a tutti i costi crea un circolo vizioso che più va avanti e più ti stancherà e ti farà sentire frustrato.

E questo, ancora una volta, si collega a un altro campanello d’allarme che squilla quando hai attivato il pilota automatico nella tua vita.

 

8) Non pensi a quello che stai facendo

Se dici sempre sì a tutto e a tutti, probabilmente è perché non stai pensando profondamente a quello che stai facendo.

Anche quando prepari la cena o fai la spesa, non sei attivamente coinvolto con la realtà che ti circonda.

E di conseguenza, quando si tratta di rapporti con gli altri,  reagisci senza pensare a te o a cosa ti piacerebbe davvero.

In parole povere, stai seguendo un flusso di eventi ‘già scritto’, senza mai chiederti cosa stai facendo o, cosa più importante, perché stai facendo certe cose.

 

9) Controlli costantemente il telefono

Un altro campanello d’allarme che indica che stai vivendo con il pilota automatico è scorrere costantemente il telefono.

Magari controlli sempre le stesse app più e più volte, continui ad aggiornare il feed e, potenzialmente, anche a rileggere/guardare cose che hai già visto.

Ancora una volta, questo ti porta a lasciarti sfuggire la vita: non stai pensando a quello che stai facendo, sei annoiato e non hai nulla da aspettarti.

E sfortunatamente, il telefono non migliora nulla di tutto ciò!

Semmai, se lo usi così ti spinge più in basso, dandoti un falso senso di benessere che non placa mai del tutto la tua sete di cose nuove e stimolanti.

 

10) Il tempo vola ma concludi poco

Arrivi alla fine della giornata e ti senti come se fosse sfrecciata via ma senza che tu abbia fatto nulla di buono?

Ecco un altro campanello d’allarme che hai il pilota automatico attivato.

Magari passi anche gran parte della giornata a lavorare, ma se sei onesto con te stesso, tendi a perdere tempo e a essere improduttivo… poi ti senti in colpa quando ti rendi conto delle cose che avresti potuto fare in tutto quel tempo a disposizione

In più…

 

11) Sei spesso perso nei tuoi pensieri

Senti di avere difficoltà a portare a termine le cose perché sei perso nei tuoi pensieri?

Ti scopri magari ad avere perso un’ora a pensare a qualcosa che successo dieci anni fa e che non ha alcuna rilevanza con la tua vita in questo momento?

Anche questo è un campanello d’allarme, perché quando sei mentalmente controllato da quello che stai facendo, la tua mente sarà spinta a vagare senza controllo.

Questo ti ruba tempo e, in sostanza, non porta alcun beneficio alla tua vita!

 

12) Senti di volere di più dalla vita

Questo è forse il campanello d’allarme più importante da considerare, perchè se senti di volere di più dalla vita e di far fatica a ottenerlo, significa che c’è qualcosa che ti sta frenando.

E quel qualcosa è il pilota automatico che sta momentaneamente guidando la tua vita al posto tuo.

La verità è che in fondo sai che qualcosa non va. Vuoi fare un cambiamento, goderti la vita e non vedi l’ora di svegliarti ogni mattina entusiasta per il nuovo giorno… ma è difficile uscire dal tuo stato attuale.

Non preoccuparti, ora che hai scoperto quali sono i campanelli d’allarme del pilota automatico attivato, puoi capire anche come liberarti dal vivere in questo modo.

 

Come disattivare il pilota automatico?

Puoi uscire da questo circolo, da questa routine noiosa che sta facendo stagnare la tua vita.

Ecco come:

  • Rifletti sulla tua vita: cosa ti rende felice? Per cosa sei frustrato o triste? Cosa conta di più per te? 

Fissa quali sono i tuoi valori e quali cambiamenti vorresti vedere nella tua vita.

  • Inizia a fare piccoli cambiamenti.

Attenzione, non rivoluzionare tutto dall’oggi al domani, sarebbe più difficile, e probabilmente più faticoso, ma inizia con una cosa alla volta, anche piccola.

Magari puoi andare a berti un tè fuori, invece del solito caffè al volo. Meglio ancora se in un posto dove c’è un giardino, così stai un po’ nella natura.

Oppure impegnarti a stare un’ora al giorno senza controllare il telefono.

  • Concentrati sulle tue connessioni con gli altri: che si tratti di famiglia, amici o partner, è importante trascorrere del tempo di valore con chi che ami.

Spegni la tv o lascia da parte il telefono quando sei con loro, organizza qualcosa di stimolante, anche una gita in un posto vicino, che sai essere piacevole e accogliente.

  • Se già non lo fai, prova a cominciare a meditare,

Anche solo 5 minuti al giorno, è un buon inizio. Puoi iniziare con tracce guidate (qui linkiamo a YT che ce n’è quella del cuore)

Ricorda che solo tu puoi disattivare il pilota automatico e riprenderti in mano la vita, per renderla uno spettacolo da vivere ogni giorno!

Comincia con piccoli cambiamenti, non forzare e goditi il piacere di inserire piccole cose nuove nella tua vita, ora dopo ora,  giorno dopo giorno.

Vedrai che il pilota automatico comincerà a lasciare spazio alle tue decisioni e saranno loro a governare la tua vita, per  guidarla verso orizzonti decisamente più interessanti e stimolanti.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla newsletter gratuita per ricevere tanti contenuti sull’evoluzione personale e spirituale!



POTREBBERO INTERESSARTI