Hai bisogno di un cambiamento di vita? Fai il test delle 7 domande

Può essere un sussurro o una voce squillante, una sensazione che si fa sempre più intensa o un vero e proprio senso di urgenza: senti che la tua vita sta stagnando, che le abitudini e le routine quotidiane sono sempre le stesse, giorno dopo giorno.

Probabilmente provi noia e frustrazione ma, allo stesso tempo, senti che è arrivato il momento di fare qualcosa per attivare la tua vita, per movimentarla, qualcosa che realmente ti renda felice, soddisfatto, appagato.

Ma quando è il momento di mettere a fuoco ‘cosa fare’ per cambiare la situazione… improvvisamente ti blocchi.

E cominci a farti domande del tipo: “Sarò in grado di farlo?” “ E se poi sbaglio tutto e mi ritrovo peggio di prima? “Chissà cosa dirà mia madre/padre/partner o cosa diranno i miei figli …”.

Sentirti bloccato e farti queste domande è normale, perché sono spesso il frutto di codici limitanti che possiamo tutti avere ereditato dal passato, soprattutto dal modo in cui siamo cresciuti e siamo stati educati.

Magari fin da piccoli ci hanno detto che bisogna puntare al posto fisso e stringere i denti al lavoro, perché è sempre stato così da che mondo è mondo…

Oppure che in una relazione è normale soffrire, e se si cambia molto probabilmente può andare solo peggio…

Ma allora siamo condannati a tenerci la nostra routine, le nostre abitudini e i nostri codici limitanti per sempre?

A lasciare le cose così come stanno perché chissà cosa succederà o cosa diranno gli altri delle nostre scelte?

Tutt’altro. Hai il pieno diritto di cambiare la tua vita!

Ricordalo sempre e, se oggi stai riflettendo proprio su questo, ti invito a leggere le prossime righe, perchè ti aiutano a capire con più chiarezza se hai bisogno di un cambiamento di vita.

Nel dettaglio, qui trovi 7 domande che ti aiutano a capire se hai bisogno di fare qualcosa per attivare grandi o piccoli cambiamenti, quindi prova a leggerle e a rispondere serenamente, ma allo stesso tempo in modo veloce, quasi ‘di pancia’.

Consideralo un test: via via che rispondi prova a contare a quante domande hai risposto di SÍ e, invece, a quante hai risposto NO, ti servirà alla fine per avere un quadro più chiaro della situazione.

 

1. La tua vita è dinamica e ricca di eventi che ti entusiasmano?

Se hai risposto no, prova a farti anche questa domanda: la tua vita è la stessa dell’anno scorso, dell’anno prima e l’anno prossimo sarà uguale a quella che stai vivendo adesso?

Ma soprattutto, quanto senti che ti sta stretta?

Questa sensazione di ‘blocco’, come se fossi imbrigliato in uno schema di vita che si ripete all’infinito, è un innegabile segno che hai bisogno di un cambiamento di vita.

Lo è perché, semplicemente, se fossi felice e realizzato non proveresti questa sensazione.

La resistenza al cambiamento può attivarsi però in qualsiasi momento, per questo il consiglio è di individuare nelle diverse aree della tua vita ciò che ti porta noia, frustrazione, ciò che non ti dà soddisfazione o non risponde ai tuoi veri desideri e sogni.

Può trattarsi di aspetti relazionali: senti che la vita sentimentale si è appiattita? Che fate sempre le stesse cose, che la comunicazione traballa e questo ti fa sentire sempre più solo/a anche se sei in coppia?

Oppure può essere un aspetto legato alla tua professione: i compiti che svolgi ogni giorno sono ripetitivi? Senti di non avere margini di crescita? 

Prova a rispondere a queste domande, perché individuare ciò che vuoi cambiare è un grande passo di consapevolezza ed è ciò che ti aiuterà ad agire da qui in avanti.

 

2. Ti svegli al mattino felice per la giornata che ti aspetta?

Se quando hai letto questa domanda la risposta è stata ‘non proprio’ o qualcosa di simile, considera che se non ci sono problemi di salute, la stanchezza è un segno inequivocabile che hai bisogno di cambiare qualcosa nella tua vita.

Quando c’è vitalità, eccitazione e passione per la vita non puoi sentirti stanco, tutt’altro!

Ma se la vita che stai vivendo è vuota, questo ti fa sentire a tua volta svuotato, senza energia, senza più stimoli.

 

Cosa fare per iniziare ad attivare il cambiamento? 

Prova a fare qualcosa di nuovo almeno una volta alla settimana. Hai carta bianca!

Visita un posto dove non sei mai stato, anche vicino a casa tua, non serve andare chissà dove, oppure prova una nuova ricetta salutare, inizia un nuovo hobby, parla con uno sconosciuto, leggi un libro in un’altra lingua, ascolta un genere musicale che non conosci…

Scegli di fare qualcosa di nuovo, anche di piccolo, almeno una volta alla settimana e prova a capire come ti senti, perché quella è la sensazione che il cambiamento sa darti.

 

3. Ti senti motivato e non vedi l’ora di fare tante cose nuove nella vita?

Se la risposta è ‘tutt’altro’, considera che questo è un altro segno che hai bisogno di un cambiamento di vita,  perché la tua motivazione si è persa.

Essere motivati significa ‘avere voglia’ di fare, sentire la passione che spinge per fare qualcosa, sia esso un lavoro o un hobby, ma anche la volontà di vivere in modo pieno e coinvolgente le tue relazioni.

Se senti di avere perso la motivazione e vuoi ritrovarla, prova a darti degli obiettivi nelle diverse aree della tua vita ma mi raccomando, non fissarne di enormi, inizia con piccoli traguardi da raggiungere.

Ad esempio, se vuoi ritrovare la motivazione nella tua vita di coppia puoi iniziare chiedendo al partner di trascorrere più tempo insieme alla sera, ma che sia tempo ‘vero’ non davanti alla tv o ognuno con la testa bassa a controllare il cellulare.

Magari potete organizzare una cena in casa, cucinare insieme e trascorrere del tempo a parlare di voi.

Una volta fatto, celebra questo traguardo, anche se apparentemente sembra piccolo, perché questo ti aiuterà a coltivare la motivazione, stuzzicandoti a raggiungere obiettivi sempre più alti.

 

4. Annoiarti è qualcosa che ti capita raramente?

Se hai risposto di no, tanto più se ti senti costantemente annoiato, molto probabilmente hai bisogno di un cambiamento di vita, perché significa che hai perso interesse per le cose, anche per quelle per cui prima provavi passione e coinvolgimento.

La noia è uno stato appiccicoso, che si trascina giorno dopo giorno e fa stagnare la tua vita, ma c’è qualcosa che puoi iniziare a fare fin da subito per liberartene: affidati ai sensi per trovare qualcosa che ti stimoli.

Fai un giro in una città e lascia che la vista si riempia di cose nuove.

Se la stagione è giusta fermati a sentire il profumo di un fiore.

Preparati un piatto con sapori nuovi, magari aggiungi delle spezie o degli ingredienti che non hai mai assaggiato.

Concediti un massaggio e lascia che il corpo goda del piacere del tatto.

I sensi sono un veicolo intenso di emozioni.

Se ti stai annoiando hai bisogno di provarne di nuove e i sensi ti aiutano a farlo in modo facile, stimolando anche il piacere di proseguire la tua scoperta.

 

5. Hai ottime relazioni con familiari, amici e colleghi e non le cambieresti di una virgola?

Se hai aspettato un secondo in più a rispondere, considera che se ti senti annoiato, demotivato, magari sempre stanco e senza stimoli, le persone che ti sono vicine lo percepiscono e possono trovarsi in difficoltà.

In più, questo stato può portarti ad essere nervoso o apatico, a non voler uscire, ad essere, insomma, di ‘scarsa compagnia’.

Se stai ancora cercando di capire se hai bisogno di fare un cambiamento di vita, questo stato può essere transitorio.

Ma se prosegue per diverso tempo, allora le tue relazioni possono risentirne.

Pensa, ad esempio, ai colleghi che ti vedono senza motivazione…

Al partner che ti sente lontano, magari scostante, sempre stufo e annoiato…

Agli amici con cui forse hai poca voglia di uscire…

Il consiglio è di essere onesti:  spiega a chi ti è vicino cosa senti, cosa provi, quali sono i tuoi dubbi e anche i tuoi desideri.

Questo è anche un ottimo filtro per capire chi è realmente con te e vuole il tuo bene, senza alcun giudizio, perché pensa prima di tutto alla tua felicità e alla tua realizzazione.

 

6. Sei soddisfatto al 100% del tuo lavoro?

Affitto, bollette, retta della scuola dei figli…il lavoro viene spesso visto come fonte per pagare le spese ed è normale sia così.

Questo, però, può portarti a pensare che non potrai mai fare il lavoro dei tuoi sogni e che dovrai accontentarti di quello che hai, anche se non ti soddisfa e men che meno ti appassiona.

Siamo sicuri che sia proprio così?

Se senti che il tuo lavoro ti dà poco, che lo stai facendo solo per tirare avanti, tanto più se non hai prospettive di crescita o miglioramento, considera che esistono delle alternative al lasciarlo e a ritrovarti senza risorse.

Magari può frequentare dei percorsi che ti aiutano a fare chiarezza su quali sono realmente i tuoi obiettivi professionali, oppure formarti in un settore che ti appassiona e, gradualmente, cominciare a lavorare su quello, affiancandolo a quello che già svolgi.

Così potrai sostenerti e anche aprire le porte a sbocchi professionali che rispondono realmente ai tuoi desideri e ai tuoi sogni più autentici.

 

7. Ti stai prendendo cura di te stesso?

Non si tratta solo di cura ‘fisica’: quando la routine ci appiattisce siamo portati a diventare pigri e a trascurarci anche nella mente, nelle emozioni e nello spirito.

Questa pigrizia è spesso figlia della stanchezza, che a sua volta è figlia della noia, ma la sostanza non cambia: ci trascuriamo perché il farlo può sembrarci inutile.

“Tanto a cosa serve prendermi cura di me?”, potresti chiederti…

Eppure, prenderti cura di te stesso è indispensabile per mantenerti in salute, ma anche per ritrovare la vitalità e la motivazione che servono per accogliere il cambiamento che serve nella tua vita.

Per questo, assicurati di mangiare sano, di dormire bene e a sufficienza e di esercitarti con costanza.

Ricorda: come le piante hanno bisogno del sole e dell’acqua per vivere e crescere, anche tu hai bisogno di nutrimento per affrontare questo momento stagnante e superarlo.

E ora ecco il risultato del test: se hai risposto di NO ad almeno tre domande (ma anche un solo NO può essere comunque un campanello d’allarme…) probabilmente hai bisogno di un cambiamento di vita.

Il rischio è fare finta di nulla. Ma sarebbe una trappola, perché la noia, la frustrazione e il senso di immobilismo non se ne andranno da soli, anzi, rischiano di diventare una costante che si cristallizza e rende la tua vita ancor più piatta e insoddisfacente.

E se stai pensando che cambiare ti spaventa troppo per provarci, come ti dicevo all’inizio considera che è normale che nascano tante domande, ma ricorda che tutto è in movimento.

La vita può essere un soffio, vuoi davvero che l’infelicità e l’insoddisfazione la guidino al posto tuo?

Se la risposta è no, ricorda che hai il potere di cambiare ciò che non va.

Che ogni cambiamento di vita può essere sostenibile e che, per piccolo che sia, ti aiuterà a fare un cammino più grande, dove raggiungere la felicità e la soddisfazione che vuoi per te e per chi ti è accanto.

Ti è piaciuto questo articolo? iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti gratuiti sull’evoluzione personale, professionale e spirituale direttamente sulla tua casella di posta.



POTREBBERO INTERESSARTI