Superare ogni preoccupazione in 7 mosse

È un’attività in cui alcuni di noi sono massimi esperti. Si vivono le giornate con l’ansia e con l’affanno, le rughe in viso si moltiplicano, mentre la nostra energia e la nostra gioia diminuiscono.

Lo dice la parola stessa, quando ci pre-occupiamo, ci occupiamo delle cose prima che accadano. E in questo modo sprechiamo un sacco di tempo e di energie mentali che invece potremmo utilizzare per vivere una vita all’insegna della felicità.

Ecco allora come superare ogni preoccupazione in 7 mosse.

1. Vivi nel momento presente
Le sensazioni di ansia e pre-occupazione nascono nel momento in cui non viviamo nel momento presente, ma viaggiamo nel futuro. Iniziamo a immaginare scenari catastrofici, cerchiamo di preparaci al peggio, credendo in questo modo di soffrire di meno nel caso in cui si verificassero questi eventi.
La verità è che l’unico momento che esiste veramente è proprio il qui ed ora. Il futuro è un’illusione: chi ci dà l’assoluta certezza infatti che saremo ancora qui domani?
Come scrivo in Mi Merito il Meglio, il respiro è un ottimo modo per riportarci al momento presente.
Ogni volta che sentite ansia, affanno, preoccupazione, prendete un respiro profondo. E notate la sensazione del vostro respiro. Percepite l’aria muoversi dentro e fuori dal vostro corpo.
Notate come il petto e l’addome si espandono e contraggono leggermente con l’in- e l’e-spirazione.
Un solo respiro cosciente è sufficiente per fare spazio dove prima c’era la successione ininterrotta di un pensiero dopo l’altro, e per riportarci nel qui e ora.

2. Lascia stare il passato
Quando invece facciamo un tuffo nel passato, ecco che emergono rimpianti, rimorsi, pentimenti, e sprechiamo altrettante energie che invece potremmo utilizzare per costruire il presente che vogliamo.
Anche in questo caso, la respirazione consapevole è efficace per riportare la mente nel presente, lasciare andare i vecchi condizionamenti e i pensieri tossici che non ci servono più.

3. Agisci subito
Quando siamo preoccupati, siamo assaliti da domande depotenzianti che non ci aiutano a sbloccare la situazione. Quando ti senti preoccupata/o, chiediti cosa posso fare, adesso, in questo momento, con le risorse che ho a disposizione? Come posso migliorare questa situazione che mi crea disagio e preoccupazione? Quando prendiamo in mano la situazione e decidiamo di fare qualcosa per migliorarla, ci sentiamo subito meglio perché ristabiliamo il controllo. Agisci subito, non aspettare!

4. Metti a fuoco la situazione
Ok, poniamo il caso che tu abbia commesso un errore. Immagina, qual è la cosa peggiore che possa accadere? Sei in grado di sopravvivere a questo? È proprio così terribile e irreversibile?
Molto spesso, tendiamo ad ingigantire le situazioni e a percepirle più gravi di quello che sono in realtà. Proviamo a sostituire le lenti con cui guardiamo il mondo, riduciamo lo zoom e diamo alle situazioni il giusto peso.

5. Lascia andare la paura di essere giudicata/o
Quando ci preoccupiamo, molto spesso ci preoccupiamo di quello che gli altri potrebbero pensare di noi. Ma le persone più importanti della nostra vita siamo proprio noi! Le persone che vogliono giudicare troveranno sempre motivi validi per farlo, indipendentemente dalle nostre azioni.
Come cambierebbero le cose se sapessi che c’è sempre una persona pronta a contare su di te e a incoraggiarti nonostante tutto? Quella persona puoi essere solo tu!

6. Lascia che sia
Quando ci preoccupiamo, siamo in una situazione che ci mette a disagio da cui vorremmo uscire al più presto. Così ci sentiamo in colpa o ci giudichiamo severamente per le sensazioni che proviamo.
Ma ogni sensazione è quella che è: solo una sensazione. E come è arrivata, se ne andrà.
Tutto cambia, tutto passa. Quella che stai vivendo è solo una situazione temporanea e presto passerà. Non cercare di combattere queste sensazioni, ma lasciale venire in superficie.

7. Dai voce alle tue preoccupazioni
Quando ci teniamo tutto dentro, il fardello emotivo si appesantisce sempre di più. Dai voce alle tue preoccupazioni. Gli amici sono sempre la fonte più preziosa di benessere; ascoltare un punto di vista esterno, può aiutarti a razionalizzare la situazione e vederla più lucidamente.
Puoi anche mettere per iscritto quello che senti: la scrittura è un modo altrettanto efficace per “buttare fuori” quello che ci appesantisce dentro.

L’universo ascolta sempre le nostre richieste. Ricordati che non sei mai sola/o!

Se vuoi imparare a gestire i tuoi pensieri, sviluppare nuove abitudini più funzionali e nuovi modi di pensare ed agire, non mancare ai prossimi corsi BlessYou Tutta un’Altra Vita e Heal Your Life – Louise Hay! Consulta il calendario per tutte le date!

E non dimenticare, l’appuntamento dell’8 maggio a Imola per imparare nuovi modi di respirare e ritrovare energia, pace e gestire lo stress!

Tendete anche voi a preoccuparvi? Cosa fate quando vi sentite preoccupati?
Condividete le vostre esperienze con la community BlessYou, lasciando un commento qui sotto!

Commenta

Commenta