Quello che può fare il respiro e che non immaginavi (+ esercizio in 8 passi)

Da un punto di vista fisico il respiro è il nostro filo di collegamento con la vita. Possiamo rimanere senza cibo per 30 giorni, senza acqua per tre giorni, ma se non respiriamo per tre minuti moriamo.
La maggior parte delle persone pensa che basti ispirare ed espirare per essere sano. La verità, in ogni modo, è che se non respiriamo profondamente e pienamente, i nostri corpi non sono forniti di abbastanza ossigeno per una salute perfetta.

L’ossigeno nutre le cellule e la maggior parte delle persone fa morire di fame d’ossigeno le loro cellule. Non c’è da meravigliarsi che così tante persone provino una stanchezza cronica.
Questo è un vero problema nel nostro mondo così indaffarato. Esiste tuttavia una soluzione molto semplice: basta mutare la struttura della respirazione. Questa struttura può essere riprogrammata ed i muscoli respiratori possono essere rieducati.

La maggior parte delle nostre conoscenze sui benefici della respirazione ci provengono dalle antiche filosofie orientali. Per molti secoli nell’Oriente i poteri della respirazione consapevole sono stati usati per l’illuminazione Spirituale.
Solo recentemente l’interesse e la ricerca riguardo al nesso tra corpo e mente si sono sviluppati anche in Occidente.
I ricercatori occidentali hanno scoperto che gli stati mentali ed emotivi possono essere modificati alterando il tipo di respirazione. Sì, possiamo consapevolmente cambiare le nostre proprietà chimiche, le nostre concezioni e il nostro atteggiamento variando la profondità, il ritmo e la velocità della nostra respirazione. E mentre apportiamo queste modifiche, cambiamo la nostra prospettiva per fare spazio ad uno stato fisico-mentale più positivo e possiamo notevolmente migliorare le nostre vite.

Naturalmente l’uso della respirazione per migliorare la nostra salute, il nostro stato emotivo e la nostra lucidità mentale è una capacità che, una volta acquisita, porta grandi vantaggi a qualsiasi persona.
Da queste ricerche è nato il Breathwork, una straordinaria pratica che utilizza il respiro per migliorare la salute e il benessere di corpo, mente e spirito.
Con il Breathwork, attraverso delle sessioni di respiro appositamente studiate, è possibile:

  • agire sul corpo rilasciando le tossine con effetto ringiovanente, dimagrante e anti-stress
  • agire su mente/spirito/emozioni, rilasciando le antiche memorie cellulari dei condizionamenti limitanti
  • superare vecchi blocchi e contattare la propria forza vitale.

Nicola ed io, dopo aver studiato e praticato Breathwork per più di 20 anni e tenuto corsi e sedute di Breathwork a migliaia di persone in tutto il mondo (uno di essi ci sarà tra pochissimi giorni a Imola), abbiamo sviluppato il nostro metodo di Breathwork: il Life Breath® che unisce diverse discipline e mette insieme antichi insegnamenti e le ultime scoperte delle neuroscienze.
Vedendo nei nostri corsi i grandi cambiamenti che porta nelle persone che lo praticano, abbiamo deciso di impegnarci a portare questa potente pratica a sempre più persone: nei prossimi mesi parleremo spesso di Breathwork qui su Blessyou e potrai conoscere sempre di più questa meravigliosa pratica.

La prossima settimana uscirà un articolo con il “Decalogo sul respiro”, per iniziare a portare subito, nella tua vita, la potenza del respiro, e entro fine mese ti annunceremo la grossa novità di quest’anno, per fare un passo in più in questa disciplina.

Ma iniziamo già oggi con un esercizio in 8 passi che puoi mettere subito in pratica: ecco “Il corpo respira” che, nella tua semplicità, ha curato mal di schiena che duravano da tempo a diverse persone, che puoi sperimentare tu stesso o far provare alle persone che ti sono care.

IL CORPO RESPIRA!
1. Inizia a stenderti a terra, le mani lungo i fianchi o sopra la testa, come ti è più comodo.
2. Inarca la schiena e poi riportala piatta sul pavimento.
3. Fai questi movimenti lentamente e non in maniera brusca.
4. Nota le sensazioni nel tuo corpo mentre li fai. Ora inizia a prendere respiri pieni che partono dalla pancia mentre inarchi la schiena, ed espira lentamente mentre appiattisci la schiena contro il pavimento.
5. Metti le mani ai fianchi e senti ciò che avviene nel tuo corpo.
6. Se i muscoli dello stomaco sono rilassati la pancia si espanderà, dando spazio agli organi vitali per respirare.
7. Nel frattempo, mentre respiri, la tua spina dorsale si flette e si rilassa.
8. Respirando in questa maniera, massaggia gli organi vitali, allunga la colonna vertebrale e irrora il corpo di sangue ben ossigenato.

Hai provato l’esercizio? Nell’attesa del “Decalogo del respiro” e dell’evento a sorpresa di fine maggio, condividi nei commenti la tua esperienza con “Il corpo che respira”.

Commenta

Commenta