Lettera al tuo corpo

Il corpo è il tempio della nostra anima. Fa un grande lavoro per noi, anche se molto spesso lo diamo per scontato.
Come scrivo ne Il Potere del Pensiero Femminile, per secoli le donne hanno strutturato la loro identità attorno al proprio aspetto fisico, quindi non c’è da stupirsi se tuttora molte di noi si sentono insicure o non amano il proprio corpo o dipendono totalmente dal giudizio altrui.

Quasi tutte abbiamo un’immagine distorta del nostro corpo. Come potrebbe essere diversamente se fin da piccole siamo bombardate dalle foto di donne perfette? È evidente che la relazione con il nostro fisico passa attraverso dei paragoni irreali. Se guardiamo le modelle sui giornali o i manichini dei negozi, usciamo sconfitte dal confronto.

Però non pensiamo mai che se i manichini dei negozi fossero donne vere sarebbero troppo magre persino per avere le mestruazioni, o che se Barbie fosse una donna non riuscirebbe nemmeno a stare in piedi: con quelle proporzioni dovrebbe muoversi a carponi!

Invece ci sentiamo sbagliate e ci giudichiamo costantemente: i miei fianchi sono troppo larghi, le mie gambe troppo grosse, il mio seno troppo piccolo, i miei capelli troppo sottili…
La cosa ancora più ironica è che questi discorsi li potete ascoltare anche dalla bocca di quelle stesse modelle che vi guardano dalle riviste. Avendo lavorato come modella per diversi anni, lo so. Li facevo io stessa.

Per questo ho voluto scrivere una lettera al mio corpo, per scusarmi di tutte quelle volte in cui non l’ho onorato e per ringraziarlo del grande lavoro che fa per me ogni giorno, un esercizio molto efficace che puoi fare anche tu.

Caro Corpo,
ti scrivo questa lettera per dirti che…mi dispiace.

Mi dispiace per tutte le volte che ti ho trascurato, maltrattato, ignorato.
Per tutte le volte in cui ti ho guardato e parlato con disgusto e frustrazione, misurato il tuo valore in kg e centimetri e punito, togliendoti quello di cui avevi bisogno per funzionare al meglio e costringendoti in vestiti non adatti a te.

Tutte le imperfezioni e i “malfunzionamenti” erano solo i tuoi tentativi di avere la mia attenzione.
Non eri pigro o grasso. Stavi solo cercando di proteggermi dal mio stesso odio.

Ogni volta che mi hai mostrato un capello bianco in più, mi sono lamentata e l’ho rimosso con rabbia.
Ogni volta mi hai mostrato una ruga in più, mi sono scoraggiata.

Capisco solo ora che questi erano i tuoi modi per dirmi quanto stessi diventando saggia e quanto avrei dovuto ascoltarti di più.
Ho pensato che i tuoi sfoghi sulla mia pelle fossero una punizione nei miei confronti, quando invece erano solo il tuo modo per liberarti da quello che faceva male a te e a me.

Mio corpo bellissimo,
per tutte le volte in cui ti ho trascurato, maltrattato, ignorato, ti ho preso a male parole invece di ascoltarti amorevolmente…
…mi dispiace.

Ti ringrazio per proteggermi, darmi la libertà di muovermi ed esplorare, per stare sempre con me, ogni giorno.
Ti ringrazio per essere così perfetto nelle tue imperfezioni, che ti rendono unico e speciale, mio compagno di vita fedele.
Ti ringrazio per insegnarmi che l’amore viene prima di tutto e che con l’amore possiamo guarire tutte le nostre ferite.

Sono pronta ad ascoltarti ed amarti, adesso.

Tua
Lucia

Scrivere al tuo corpo è un esercizio molto potente che puoi fare anche tu. Apri il tuo cuore e scrivi nero su bianco quello che hai sempre pensato, ma non hai mai detto al tuo corpo.

Se vuoi migliorare la relazione con il tuo corpo,con te stessa/o e con gli altri, ti aspettiamo al corso di Louise Hay Puoi Guarire la Tua vita, un potentissimo seminario di due giorni ideato da Louise Hay, madre del pensiero positivo che ha già aiutato milioni di persone in tutto il mondo a riscoprire il proprio potere interiore.

Consulta il calendario per tutte le date!

Commenta

Commenta