La ricetta per costruire delle buone relazioni al lavoro

Il lavoro non è solo definito dalle nostre attività, ma anche dalle relazioni che abbiamo con i nostri colleghi, collaboratori, superiori e clienti.
Quando riusciamo a stabilire delle buone relazioni al lavoro siamo più produttivi, prendiamo decisioni più facilmente e velocemente. Lavorare in un ambiente in cui siamo apprezzati e stimati, in cui ci sentiamo al sicuro e siamo incoraggiati a fare del nostro meglio ed esprimere le nostre potenzialità non può che renderci felici. Ma come fare?

Ecco allora la ricetta su come stabilire delle belle relazioni al lavoro!

Ingredienti:
– Fiducia
– Rispetto
Empatia
– Tempo (più di un pizzico)
– Salsa speciale “Dare e ricevere”
Prepararla è molto semplice:
• abituati a dare più che a ricevere. Dimostra che sei aperto alla condivisione.
• Facilita la conoscenza tra colleghi così che possano raggiungere i loro obiettivi più facilmente.
• Chiedi un feedback e mettilo in pratica.
• Non dire sì solo per compiacere gli altri.

Istruzioni:
1) Metti da parte i fraintendimenti
– Non dire di “no” a una richiesta senza spiegare il perchè.
– Non prenderla sul personale. Focalizzati sempre sul problema o sulla situazione, non sulla persona. Se un compito non è stato eseguito esattamente come ti aspettavi, fallo presente, ma concentrati solo sul problema, senza dare giudizi su chi l’ha eseguito.
– Se ti trovi nel mezzo di una discussione, lascia che gli animi di tutti si plachino per 10 minuti. Prendi da parte la persona con cui hai avuto un diverbio e cerca di capire il quadro generale.

2) Sii genuina/o
– Se un lavoro è fatto bene o se hai apprezzato particolarmente l’intervento di una persona, comunicaglielo. Un rinforzo positivo è sempre una grande spinta alla motivazione e quindi alla produttività e crea le basi per una buona relazione.
– Sii sensibile e attenta/o alle esigenze degli altri. Evita di chiamare una persona timida davanti a tutti e metterla al centro dell’attenzione, la imbarazzeresti. Cerca di ricordare a una persona un po’ indietro sulla tabella di marcia le scadenze di in progetto in modo chiaro, ma senza essere dura/o.
– Essere amichevoli sul lavoro non significa necessariamente essere i migliori amici anche fuori dall’ufficio. Ci saranno persone con cui naturalmente ti trovi meglio. Con altre meno. Non c’è niente di male in questo!
Prima la vita reale, poi quella virtuale. Non connetterti su Facebook con un collega con cui non hai stabilito alcun contatto. Piuttosto cerca di creare delle relazioni personali. Interessati veramente ai tuoi colleghi e ai loro bisogni.

3) Controlla il tuo comportamento
– Evita il gossip.
– Ascolta gli altri, non interromperli e fai domande per saperne di più. Quando ci mostriamo genuinamente interessati a una persona o alle problematiche di cui ci sta parlando la facciamo sentire capita e ascoltata e questo crea un ambiente di fiducia e rinforzo reciproco.
– Tutti siamo in ufficio per lavorare, ma ricordati sempre di ringraziare i colleghi e i collaboratori. Renderà l’atmosfera più positiva e stimolante.

4) Fai uno sforzo
– Non passare tutto il tempo incollato alla scrivania. Condividi il tuo parere su un libro che ti è piaciuto o che stai leggendo, un film che hai visto, mostra il tuo supporto morale (vero)!
– Aiuta gli altri e chiedi aiuto quando ne hai bisogno. Non aspettarti che gli altri leggano il tuo pensiero. Comunica loro le tue necessità. É così che si lavora in squadra!

Adattato da Unstuck Community

Commenta

Commenta