La comunicazione del silenzio

A volte nella vita reale e in alcuni casi anche sul web ci troviamo a fare i conti con persone che ci provocano, che ci offendono. In questi casi possiamo reagire in due modi: o ci lasciamo coinvolgere e rispondiamo a tono dando libero sfogo al nostro istinto e alla nostra rabbia oppure li ignoriamo. Quale pensate che sia il metodo migliore per liberarvi di queste persone?

Chi ci provoca aspetta solo una nostra reazione negativa per provare un’enorme soddisfazione. Quando ci viene rivolta una critica o un commento negativo è importante rimanere tranquilli e non reagire, bensì agire. Come? Con il silenzio.

Uno studio pubblicato nel Journal of Social and Personal Relationships non sembra aggiungere niente di nuovo a quello che già sappiamo, se non fosse per un’interpretazione dei risultati: ignorare le persone che ci infastidiscono è più efficace, ma soprattutto più salutare e meno stancante per noi.

La ricerca è il risultato di due studi a cui hanno preso parte 120 persone. Ai partecipanti è stato chiesto di dialogare con un’altra persona che poteva avere un comportamento piacevole (molto gentile ed educato) oppure spiacevole (maleducato e offensivo).
I partecipanti non erano a conoscenza del tipo di persona che si sarebbero trovati davanti al momento dell’interazione. Dopo quattro minuti passati con ciascun tipo di persona, i partecipanti sono stati sottoposti a un esercizio di concentrazione in una stanza privata.

Le persone che avevano ignorato coloro che erano stati offensivi e dialogato con coloro che avevano avuto un comportamento gentile hanno ottenuto un risultato migliore nell’esercizio a differenza di coloro che invece avevano risposto ai “maleducati”, cercando di instaurare una conversazione e controbattere.

In sostanza, non fai alcun tipo di favore a te stesso rispondendo a persone maleducate o che ti fanno arrabbiare, sprechi solo energie. L’arma migliore contro questi tipi di persone è l’ostracismo, cioè l’esclusione dalla comunicazione. É vero, a volte è difficile superare l’istinto naturale di lasciarsi coinvolgere quando qualcuno ci rivolge delle critiche negative (distruttive), ma imparare si può.

A volte può capitare che alcune persone non si sappiano esprimere e a loro volta ci manchino di rispetto. L’intenzione non è quella di ferirci o offenderci, ma a seconda della scelta delle parole, il messaggio della comunicazione ci arriverà in modo giusto o sbagliato, causando fraintendimenti. Ecco perché saper comunicare è di fondamentale importanza nel rapporto con noi stessi e con gli altri.

Commenta

Commenta