Derek Sivers: non più un semplice “si”. O “ALLA GRANDE!” oppure “no”.

Quest’anno a Singapore abbiamo avuto la fortuna di incontrare ed iniziare una bella amicizia con uno dei nostri miti nel campo del business illuminato e del miglioramento personale: Derek Sivers.
Abbiamo trascorso delle ore fantastiche a parlare insieme conoscendo anche la sua affascinante moglie Saj ed il suo primogenito di qualche mese Win.

Derek parla e scrive in maniera semplice, diretta e potente ed ha accolto con entusiasmo la pubblicazione in italiano di uno dei suoi ultimi post.

Eccolo per voi:

“Quelli di voi che spesso si sovra-impegnano o che hanno sovente la sensazione di essere in confusione potranno apprezzare la nuova filosofia che sto praticando:

Se non riesco a dire “ALLA GRANDE!” a proposito di qualcosa, allora la mia risposta è “no”.

Mi spiego meglio: nel momento in cui decido se impegnarmi a fare qualcosa, se provo una sensazione che sia minimamente al di sotto di, “Wow! Sarebbe fantastico! Assolutamente! Alla grande!” – allora la mia risposta è “no.

Quando inizi a dire “no” alla maggior parte delle cose, riesci a creare spazio nella tua vita per proiettarti in quella rara situazione che ti fa dire “ALLA GRANDE!”

Abbiamo tutti un sacco da fare. Ci siamo accollati troppo. Dire “si” a meno cose è l’unico modo per uscirne.

Qualche esempio:

Stavo cercando una persona da assumere per un progetto a lungo termine. Vi erano diversi candidati. Mi misi a confrontare i pro ed i contro. Nessuno di loro mi aveva particolarmente colpito, ma sentivo che avrei dovuto scegliere uno di loro. Invece, finii col dire di no a tutti, ed iniziai a cercare di nuovo ma in modo diverso. In questo modo finii col trovare una persona assolutamente fantastica che è l’ideale e la persona con la quale sono entusiasta di lavorare.

Avevo previsto di recarmi a tre diverse conferenze sulla musica nei mesi a venire. Si tenevano in posti diversi attorno al mondo e sarebbe stato costoso passare così tanti giorni tra viaggi aerei e soggiorni in albergo. Avevo data la mia disponibilità a tutte le conferenze semplicemente per una mia connaturata forma di disponibilità o senso del dovere. Ma mi resi presto conto che non stavo provando quella sensazione “ALLA GRANDE!” pensando a questi appuntamenti, cosicché decisi di rinunciare a tutti e tre. Gli organizzatori ci sono rimasti un pò male ma io ho potuto liberare 12 giorni del mio calendario! 12 giorni!! Avete la minima idea di quanto riesca a combinare in 12 giorni liberi? Magari riesco a lanciare Muckwork in questo lasso di tempo! Ora questo si che è “ALLA GRANDE!”

Stavo cercando di decidere dove andare ad abitare. Avevo sentito parlar bene di Vancouver e Sydney. Ero anche interessato ad Hong Kong e a Florianópolis. Ma quando sono arrivato a New York ho avuto una tale sensazione “ALLA GRANDE!” che ci sono rimasto.

9, 10 o 1

Il sorprendente libro “Sviluppo Personale per Gente Intelligente” ti invita a riflettere sulle differenti aree della tua vita (carriera, relazioni, spiritualità, salute, ecc.) – e di dare il voto alla soddisfazione che provi in relazione a ciascuna area da 1 a 10.

Ma dopo averlo fatto, il suggerimento successivo è quello che mi ha colpito maggiormente: il libro dice di riconsiderare tutte quelle aree alle quali hai dato un voto 5, 6, 7, o 8 – e di sostituire tutti questi voti con un 1!  Dice cioè che non ci si dovrebbe mai accontentare di un “non è poi così male” – ma di affrontare invece a testa alta ciò che vogliamo veramente.

In altre parole:  mai più “si”. O “ALLA GRANDE!” oppure “no”.” – Derek Sivers

 

Commenta

Commenta