Come smettere di evitare i problemi e ritrovare la motivazione

Quante cose abbiamo da fare ogni giorno? Personalmente, la mia lista è abbastanza lunga.

È quindi normale che ogni tanto si pensi di mollare tutto e fare una pausa giusto? Questo è costruttivo nel momento in cui la pausa di cui parliamo è controllata e volta al fine di darci un po’ di respiro per permetterci di rimetterci a lavorare con una nuova energia.

Ma spesso capita di far passare un po’ più del tempo necessario, perché tendiamo a rimandare il più possibile per non dover pensare subito a quello che dobbiamo fare.

Un esempio? Quante volte controlliamo i messaggi, Whatsapp, Facebook al giorno? Quando un problema salta fuori, la nostra prima reazione è quella di fare qualcosa di diverso, rimandare.
Quante volte rimandiamo al fatidico lunedì l’iscrizione in palestra? Quante volte abbiamo rimandato il più possibile il pagamento delle bollette?

La nostra mente ha la tendenza a scappare via da qualunque cosa le crei un disagio, una sofferenza o una difficoltà. Evitare temporaneamente la gestione di queste cose può sembrare una buona strategia perché sul momento ci fa stare meglio, ci fa quasi pensare che quei problemi non esistano più, quindi che siamo liberi.

Ma purtroppo questo comportamento inconscio ci porta esclusivamente a scappare e a continuare a scappare dai problemi che, ogni volta che rimandiamo o cerchiamo di spazzare sotto il tappeto, diventano sempre più grandi. Finché non diventano così grandi da non poter essere più evitati per forza di cose. E allora si che vediamo una situazione insormontabile e pensiamo di non farcela.

Prima o poi i nodi vengono al pettine, quindi la cosa migliore da fare è prendere coraggio e affrontarli. Magari scopriremo persino che, qualunque cosa fosse, era molto più grande e spaventosa nella nostra testa!

Allora, come affrontare i problemi e riuscire a rimettersi in carreggiata per ripartire al meglio e raggiungere i nostri obiettivi? Con una tecnica chiamata “The Face Everything Technique”.

L’idea di fondo sta proprio nel fatto di sfidare i nostri dubbi dopo averli guardati dritti negli occhi.
Facile no?
No, ovviamente. Altrimenti non dovremmo imparare a gestire la situazione!

Ci sono 4 step fondamentali in questa procedura, scopriamoli insieme:

nl_24nov2016b

1. Chiediti cosa stai facendo
La prima cosa da fare è avere la percezione di quello che sta succedendo, quindi durante il giorno basta che ti rinfreschi la memoria. Scrivi una nota nel telefono oppure in un pezzo di carta, basta che sia sempre a portata di sguardo, una semplice domanda: Cosa sto facendo ora?
La risposta potrà essere qualsiasi cosa: Controllo il feed di facebook, mangio uno snack, faccio la lavatrice. Non importa che tu stia facendo qualcosa di importante ovviamente, questo è il punto di partenza e il suo unico scopo è fare in modo che tu sia consapevole di quello che stai facendo.

2. Chiediti cosa stai evitando di fare
Quando il gioco si fa duro, a volte tendiamo a scappare per fare qualcosa di più semplice ed evitare di preoccuparcene subito. E subito dopo ci ricordiamo di qualcosa che dovevamo assolutamente fare che all’improvviso è diventata importantissima.
Allora chiediamocelo direttamente. Cosa stiamo evitando in questo momento? Qual è quella cosa che ci sta facendo un po’ paura, che ci sembra difficile in questo momento e sta creando alla nostra mente quella sensazione di incertezza che ha fatto scattare il meccanismo di autodifesa?

3. Affrontala
Questo punto può sembrare decisamente più facile a dirsi che a farsi vero? Ma alla fine si tratta semplicemente di pensare alla cosa che stiamo evitando (e che abbiamo trovato nello step precedente) e guardarla dritta negli occhi.
Rimaniamo così, a fissarla e memorizzare ogni singolo centimetro di questa cosa insormontabile, che ci fa tanto paura. Guardandola bene non sembra poi così grande no? Non sembra neanche così assolutamente impossibile da risolvere, sono sicura.
Dopo questo momento (che può essere lungo quanto vuoi, prenditi tutto il tempo che ti serve per analizzare la situazione), sei pronto ad affrontarla. Dopo averla ridimensionata è così impossibile tornare vincitori?

4. Prendi i giusti provvedimenti
Ora che abbiamo capito la reale dimensione del problema/della situazione che prima ci sembrava così assolutamente assurda, possiamo agire nel modo più giusto: dobbiamo decidere l’azione adatta che ci serve per risolverla.
Ricorda che, dato che hai capito perché stavi evitando di farlo e hai ridimensionato la cosa, puoi anche sapere per certo quanto trarrai beneficio dalla risoluzione del problema che hai davanti.
Allora perché non rimboccarsi le maniche e mettersi al lavoro?
Stai evitando una conversazione perché sei arrabbiato? Allora analizza la tua rabbia, comprendi le ragioni per cui sul momento non sei riuscito a esternare il tuo pensiero e poi riuscirai a parlare con questa persona in modo costruttivo e calmo. 9 volte su 10 questa è la giusta modalità per risolvere anche il conflitto che si era creato.
Ovviamente non si possono risolvere tutti i problemi della vita così, però scoprirai di essere capace di affrontare più situazioni spinose di quanto credi, se solo alleni la tua mente e non rimandi al domani quello che puoi risolvere oggi.

E tu cosa stai evitando? Quali paure non stai affrontando, che ti stanno impedendo di raggiungere i tuoi obiettivi o anche solo affrontare la vita con serenità? Sfida te stesso, vinci le tue paure e partecipa al corso “Il Fuoco del Cambiamento”.

[button_1 text=”Il Fuoco del Cambiamento” text_size=”16″ text_color=”#ffffff” text_font=”Arial;google” text_bold=”Y” text_letter_spacing=”0″ subtext_panel=”N” text_shadow_panel=”N” styling_width=”17″ styling_height=”12″ styling_border_color=”#F47734″ styling_border_size=”0″ styling_border_radius=”4″ styling_border_opacity=”100″ styling_gradient_start_color=”#F47734″ drop_shadow_panel=”N” inset_shadow_panel=”N” align=”center” href=”http://www.blessyou.me/products/camminata-sul-fuoco- firewalking” new_window=”Y”/]

 

 

Commenta

Commenta