Come sbarazzarsi della mancanza di motivazione

Come scrivo in Tutta un’altra vita, il libro che ha aiutato migliaia di persone ad affrontare e creare il cambiamento, la motivazione (anzi, l’automotivazione che è ancora più importante!) è l’emozione che sta dietro qualsiasi tipo di cambiamento.

Avevo capito che rinunciare a se stessi, non amarsi è come sbagliare a chiudere il primo bottone della camicia. Tutti gli altri poi sono sbagliati di conseguenza. Amarsi è l’unica certezza per riuscire ad amare davvero gli altri.

Fabio Volo dal libro “È una vita che ti aspetto”

E’ l’energia motrice che ci serve per uscire dalla nostra zona di comfort. Con poca energia a disposizione, i sogni non vanno lontano. Ed è solo quando sentiamo che dobbiamo muoverci (e-mozione = e-movere) che cambiamo. La logica ci fa ragionare, ma sono le emozioni che ci fanno agire.
Anche il nostro ultimo DVD Gli assi del cambiamento tratta la motivazione. Uno degli Assi del cambiamento infatti è proprio quello della motivazione e il suo sviluppo è innato: tendiamo ad allontanarci da ciò che ci procura dolore e ad andare verso il piacere.
Quando la motivazione è alta siamo in grado di scalare una montagna, come possiamo crearla e mantenerla in maniera autonoma?

La buona notizia è che puoi ricreare questo stato praticamente quando vuoi.
Ecco 33 consigli per aiutarti a raggiungere l’automotivazione e a mantenerla.

1- Lascia perdere ciò che non è importante

Imparare a lasciar perdere è una fantastica lezione, molto più gratificante di quello che pensi. Dovrebbe esistere un’arte del lasciar perdere e dovrebbe essere insegnata all’università. Avere il tuo focus in troppe aree differenti, ti può solo indebolire. Ignorare ciò che non è importante, invece, libera l’energia, incoraggia la motivazione e ti aiuta a mantenerti centrato e produttivo.

2- Renditi conto di ciò che ti annoia

Ed evitalo. Annoiarsi è brutto, ma come accade con ogni altro stato che hai, puoi comprendere la noia e identificarne le cause. Una volta che le hai identificate puoi decidere di rendere quel lavoro o quel compito interessante dando nuovi significato o cambmiando delel routine. Oppure puoi scegliere di allontanarti consapevolmente da ciò che ti annoia. Ti sarà necessario del tempo per farlo, ma lo sforzo merita davvero di essere compiuto.

3- Ridi più spesso

Guarda commedie, leggi i fumetti. Non essere troppo serio. Ridere è una valvola salutare per il rilascio dello stress: quando ridi lo stress esce dal tuo corpo. E mentre ridi, puoi comunque imparare cose nuove. E recuperare energie.

4- Tieni un registro dei tuoi miglioramenti

Ti ricordi quando hai vissuto il tuo primo grande successo? No? Lo sapevo. Noi tendiamo a non praticare questa semplice abitudine: quella di scrivere i sentimenti e le emozioni che proviamo ogni volta che facciamo un’importante scoperta o un passo avanti nella nostra vita. Se vuoi percorrere la strada più corta per la motivazione, tieni un registro dei tuoi successi e lasciati ispirare da questi. A questo scopo puoi anche usare i diari di Tutta un’altra vita e di Mi merito il meglio scaricabili gratuitamente dai siti www.mimeritoilmeglio.it e www.tuttaunaltravita.it

5- Fai ginnastica

Questo è uno dei modi più semplici e facili per ‘raccogliere’ la motivazione. Semplicemente esci dall’ufficio e vai a fare una passeggiata, comincia a fare delle flessioni oppure anche solo a fare una breve corsa intorno a casa. Questo automaticamente metterà in forma il tuo corpo. Ogni volta che fai ginnastica, produci endorfine e questo fa bene.

6- Crea un ambiente “tuo”

Non puoi essere motivato se lavori in un ambiente che non ti rappresenta. Fai dei cambiamenti, modifica, migliora. Non importa se si tratta del tuo ufficio o della tua casa. Qualsiasi sia lo spazio nel quale lavori, rendilo ‘tuo’ in qualche modo: questo abbasserà gli sforzi che fai in maniera inconsapevole per adattarti all’ambiente che ti circonda e tu avrai più tempo da dedicare ai tuoi reali compiti.

7- Leggi storie di successo

Lasciati ispirare dalle storie di successo di altre persona. Lasciati ispirare (se ce l’hanno fatta loro perchè non dovresti farcela tu?). Leggere qualcosa che parli del successo, rende quest’ultimo più a portata di mano anche per te e questo alimenterà anche la tua voglia di raggiungerlo.

8- Cambia ruoli

Ti annoierai se lavorerai sempre ai soliti progetti per lungo tempo. E la noia uccide la motivazione. Prova ad avere tanti piccoli progetti diversi: cambiare ruoli o progetti a cui ci si dedica aiuta a creare nuove prospettive e aiuta a risolvere i problemi più velocemente.

9- Valuta il tuo progresso e celebra i risultati

Se lavori in modo constante, sicuramente fai dei progressi: questa è la regola. Potresti avere l’impressione che non stai andando da nessuna parte specificatamente, perché salti continuamente da un compito all’altro durante la tua giornata. Prova anche a guardare indietro al percorso fatto e a ciò che hai creato. Abituati a notare e celebrare anche i piccoli successi. Questa è una fase importante dell’Asse della Solidificazione e risolleverà istantaneamente la tua energia.

10- Parla dei tuoi progetti

Parlane con i tuoi amici o con la famiglia. Fai sapere alle persone quello che stai facendo. Questo ti renderà consapevole del fatto che hai un progetto e ti ricorderà che, nonostante le possibili difficoltà, lo vuoi portare a termine. Quindi creerai un certo livello di responsabilità che ti aiuterà a continuare sul percorso che hai intrapreso.

11- Evita i ‘vampiri’ dell’energia

Le persone riluttanti, i pessimisti, gli arroganti, sono persone che letteralmente succhiano la tua energia. Non diventare prigioniero dei loro giochi di potere, evita a tutti i costi di perdere la tua energia, anche se questo dovesse significare stare più spesso da solo. E’ meglio fare le cose per conto tuo, che cercare di restare a galla in un ambiente che invece ti affossa.

12- Scrivi degli obiettivi chiari

La maggior parte delle volte questo si traduce nello scrivere nero su bianco i tuoi obiettivi, anche se pensi che ti siano già chiari a livello mentale. Falli letteralmente uscire dalla tua mente, mettili per iscritto e procedi: la tua mente lavora meglio quando sa quello che deve fare e non quando perde tempo cercando di capire cosa sarebbe meglio fare.

13- Allena la soddisfazione

Una volta che hai finito un compito, dai a te stesso una ricompensa. Stabilisci una specie di remunerazione: non deve essere una cosa necessariamente esagerata, ma deve essere comunque abbastanza per creare un’abitudine. Mentre stai lavorando pensa alla tua ricompensa, aspettala, desiderala. Una volta che premiarti sarà diventata un’abitudine per te, non smetterai di fare ciò che stai facendo fino a quando non arriverà il momento di lodarti per ciò che hai portato a termine. La mattina quando vado a correre molte volte all’inizio non ne ho per niente voglia. Soprattutto i primi metri sono una vera fatica. Ma poi mi viene in mente il fantastico budino di cacao crudo (senza latte-uova-zucchero-farina-burro) che mi aspetta come ricompensa, e l’energia ritorna!

14- Accetta il fallimento

Il fallimento fa parte del gioco. Esso, come il successo, è solo il risultato delle tue azioni, niente di più. Uno dei maggiori nemici della motivazione è proprio la paura di fallire, paura che ciò che facciamo non vada bene. Semplicemente accettalo. Magari il risultato non sarà dei migliori ma questo non significa necessariamente che tu debba smettere di fare ciò che stai facendo. Fai sempre del tuo meglio e aspettati il meglio.

15- Usa le affermazioni

Scrivi per esempio le tue intenzioni, i tuoi obiettivi e le emozioni che vuoi nutrire di più. Le affermazioni sono uno strumento davvero molto valido, ma anche enormemente sottovalutato. A volte le persone trovano sciocco e imbarazzante scrivere dei messaggi a se stessi e leggerli poi ad alta voce. Sai una cosa? Tu lo fai già per tutto il tempo ma in maniera totalmente inconsapevole. Quindi perché non farlo consapevolmente? Comincia anche solo con una affermazione e leggila ad alta voce tutte le mattine.
Questa “tecnica” la insegniamo approfonditamente nel corso ufficiale di Louise Hay “Puoi guarire la tua vita” ed nel corso “Tutta un’altra vita”. E da oltre quindici anni abbiamo continue testimonianze che funziona!

16- Gioca

Puoi personificare un personaggio oppure imitare il verso degli animali. Gioca immaginando di essere il tuo personaggio dei cartoni preferito. Giocare rilasserà la tua mente e allo stesso tempo raccoglierai maggiori risorse per nuovi giochi: una buona motivazione è sempre sostenuta dalla gioia.

17- Dì NO

Dì NO alle distrazioni e alla depressione. Esercitarsi a dire NO è liberatorio. Spesso i troppi impegni rendono la tua vita un lavoro di routine. Limita le tue promesse e fai solo le cose che vuoi davvero portare a termine. Vai di fronte ad uno specchio, sorridi e comincia ad esercitarti a dire gentilmente NO.

18- Cerca persone positive

La tristezza, le lamentele e il disappunto non giocano un bel ruolo nei confronti della motivazione, anzi… al contrario! Le persone positive, ottimiste e piene di energia, invece, spostano la tua vibrazione verso la giusta direzione. Cerca queste persone, trovale e diventane amico. Qualche volta tutto quello di cui hai bisogno per motivarti è di essere circondato da persone felici e brillanti.

19- La difficoltà fa parte del gioco

Impara a lavorare sotto pressione. Alcune cose sono più difficili di altre: accettalo e concentrati a fare quello che devi, evita invece di concentrarti sulla tua insoddisfazione. Spesso quando le cose sono difficili, vale ancora di più farle. Senza sudore, non c’è gloria. Ogni volta che sentiamo che le cose si stanno facendo più dure, impariamo a sentirci ancora più motivati a portarle a termine! La ricompensa alla fine sarà sicuramente maggiore.

20- Crea le tue sfide personali

Le sfide personali sono obiettivi a breve termine, che vanno di solito dai 15 ai 90 giorni. Avere sfide personali rinforza il tuo potere interiore, nello stesso modo in cui fare ginnastica allena i tuoi muscoli. Più ne fai, più ti senti motivato a farne sempre di più.
Quali sono le tue sfide personali per maggio?
Se vuoi puoi condividerle sulla pagina di FaceBook e ricevere così il supporto della Community di BlessYou.

21- Scegli una motivazione positiva

Quando ti senti bloccato nella motivazione, fai del tuo meglio per mantenerla positiva e concentrati sulla sua funzione. Una motivazione negativa è radicata nella paura. Una positiva invece è radicata nella passione (amore in azione), nella spinta a migliorare la tua vita e il mondo, come spieghiamo nel DVD Gli Assi del Cambiamento Entrambe lavorano allo stesso modo, solo che quella negativa dura molto meno di quella positiva.

22- Lascia andare le tue difese

Tutti noi abbiamo delle difese e alcune di queste sono piuttosto alte, tanto da non lasciarci portare a termine le nostre cose. La cosa peggiore è che le nostre difese, il più delle volte, lavorano proprio a livello inconscio. Nei corsi insegniamo a riconoscerle, accettale e poi lasciale andare. Impara a farlo e ti faciliterà la vita.

23- Rinforza il tuo scopo, la tua ‘mission’

Come scrivo nel mio libro Mi merito il meglio, ognuno di noi ha un suo scopo nella vita. Se non l’hai ancora trovato, lavoraci e trovane uno al più presto.
Rinforzare il proprio scopo ogni tanto, è sicuramente una delle maggiori spinte alla motivazione. Puoi usare gli esercizi dei libri Tutta un’altra vita e di Mi merito il meglio per farlo. Fai regolarmente la tua “Mappa della Visione”.
E’ come guardare una cartina stradale o avere un navigatore satellitare: puoi vedere in ogni momento dove sei, quanta strada devi fare ancora e qual è il sentiero da seguire.

24- Trascorri del tempo fuori

Se sei capace di fare qualcosa di creativo, come il giardinaggio, anche meglio! Ma va bene anche se non ne sei capace. Passare del tempo all’aria aperta, ti aiuterà a pulirti anche interiormente. Quando tornerai a casa o in ufficio, tutto ti sembrerà di nuovo fresco e splendente.

25- Mantieni libera la mente

Mantenere la mente libera aiuta il fluire dei pensieri e quando i pensieri scorrono, riusciamo a rimanere centrati nel momento presente senza nessun peso nascosto. Rimanere nel momento presente è di solito tutto quello che c’è bisogno di fare per cominciare a fare le cose.

26- Non pretendere la perfezione

Questo ti prosciugherà presto di tutte le tue energie. Aspirare e mirare ad essere migliore è il vero gioco. Come spiego in Mi merito il meglio, la perfezione è la fine, dopo che l’hai raggiunta non succede nulla. Inizia a pensare che puoi essere migliore invece di essere perfetto, e lascia che ci sia sempre spazio per il miglioramento. Questo ti porta ad avere un motivo per poter fare/essere sempre meglio. Non è forse questa la motivazione?

27- Fai una cosa alla volta

Fare più cose alla volta è solo un mito. Persino i processori dei computer non fanno realmente più cose alla stesso tempo: siamo noi che la vediamo così. Processano una ed una sola informazione alla volta. Fare più cose assieme crea conflitti interni, sia negli esseri umani che nei computer, e tu finisci a spendere più tempo a risolvere quei conflitti che a lavorare veramente.

28- Leggi cose che ti ispirino

Tu non sei mai completamente demotivato, il più delle volte sei nella media, ad un solo passo dalla tua forma migliore. Sii sicuro di avere sempre a portata di mano una lista di letture che ti possano ispirare: citazioni, post su blog, e-book, qualsiasi cosa funzioni per te.

29- Ascolta buona musica

Lascia che vada, in sottofondo, non spegnerla. Giusto quel po’ che basta per creare una piacevole atmosfera. La musica parla con quelle aree di te che non puoi controllare con la logica, ed è così potente da essere in grado di cambiare il tuo umore in un secondo. L’unica cosa migliore del silenzio è una buona musica.

30- Non cadere nella trappola della produttività

Ciò che è importante non è quanto fai, ma quanto (di ciò che fai) conta davvero. Fare le cose solo per riempire la tua agenda di compiti e impegni, non ti farà sentire più motivato.
Hai il permesso di scegliere ciò che conta davvero per te?

31- Mantieni pulite le lenti della tua vita

L’obbiettivo della tua macchina fotografica potrebbe essere sfocato e tu nemmeno lo sai. Ecco perché vedi sempre la stessa immagine, oppure perché ti senti bloccato e non riesci a vedere nessun progresso. Spesso quello che ti serve è solo pulire le tue lenti. (Ed è uno degli obiettivi dei miei libri Mi merito il meglio e Tutta un’altra vita e anche dei nostri corsi!)
Farlo richiede un po’ di coraggio, ma sicuramente merita.

32- Pulisci la tua casa

Lo so che hai bisogno di motivazione anche per fare questo ma è un eccellente modo per ripulire anche le tue ‘stanze interiori’. Pulire la propria casa non è un lavoro di routine, è una necessità. Il tuo sentiero dell’azione può essere intasato od ostruito, così come il tuo pavimento può essere appiccicoso. Il tempo passato a pulire il pavimento può anche aprirti la mente.

33- Smetti di leggere e mettiti al lavoro

Leggere da solo non ti aiuterà a fare le cose al posto tuo. L’ispirazione è una ottima motivazione, ma adesso che ti sei ricaricato, è tempo di tornare al lavoro. (E certamente puoi segnarti quest post e ricordartelo per ritrovare la motivazione anche in futuro!)

Metti in pratica questi 33 cosnigli e facci sapere come va. Se vuoi puoi condividerli sulla pagina di FaceBook e ricevere così il supporto della Community di BlessYou.

Tratto da Dragos Rua, tradotto da Susanna Eduini. Adattato da Lucia Giovannini e Nicola Riva.



Commenta

Commenta