7 modi per mantenere la calma sotto stress

La capacità di rimanere calmi quando siamo sotto pressione ha un impatto molto forte sulla produttività. Alcuni studi hanno infatti dimostrato come, una delle caratteristiche delle persone di successo sia proprio quella di rimanere calme e in controllo delle proprie emozioni in situazioni di forte stress.

Un po’ di stress è necessario. Se non avessimo scadenze da rispettare e problemi da risolvere, non combineremmo niente! Il problema è quando lo stress è prolungato e porta con sè altre problematiche come ansia, agitazione, tristezza rovinando la nostra vita e quella degli altri.

Come fanno le persone di successo ad affrontare lo stress? Alcuni di questi consigli possono apparire scontati. La vera sfida è infatti capire quando è il momento di metterli in pratica e avere l’energia e la lucidità nei momenti di grande stress.

Ecco allora 7 modi per mantenere la calma sotto stress!

1. Apprezza quello che hai
La gratitudine è un muscolo che va allenato tutti i giorni, come scrivo in Mi Merito il Meglio. Sono tanti i doni che ci circondano, ma molto spesso non ci prendiamo il tempo necessario per fermarci ad apprezzarli. Quando esprimiamo gratitudine, scegliamo di avere una coscienza di abbondanza, ci allineiamo al flusso della vita e ci rendiamo conto che la situazione non è poi così tragica come pensiamo.

2. Non chiederti “E se…?”
Quanto tempo passiamo a pre-occuparci per cose che il più delle volte non si verificheranno o su cui non abbiamo alcun controllo? Le persone di successo lo sanno: pre-occuparsi è uno spreco di energie inutili. Più tempo passerai a pre-occuparti di quello che potrebbe succedere, meno tempo avrai per focalizzarti su quello che puoi fare adesso per calmarti e riportare la situazione sotto controllo.

3. Pensa positivo
Pensare positivo ci permette di lasciare andare parte dello stress e occupare il cervello con pensieri gioiosi e funzionali. Quando siamo di buon umore e le cose vanno bene, è relativamente facile pensare positivo. È più difficile riuscire a farlo quando abbiamo tanti problemi da affrontare e la mente è affollata con pensieri negativi. In questo caso, a fine giornata, pensa a 2-3 cose positive che ti sono successe, anche se piccole e all’apparenza insignificanti. O, ancora, pensa a qualcosa che hai già programmato e che non vedi l’ora di fare. L’importante è avere un pensiero positivo da sostituire a uno negativo!

4. Disconnettiti
Rendersi disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7, significa essere un bersaglio facile per lo stress.
Spegnere il cellulare e disconnettersi per qualche ora da mail, Facebook e altri social media ci dà respiro. Inizia a piccole dosi, sfruttando magari quei momenti in cui hai meno probabilità di essere chiamata/o, ad esempio la domenica mattina. Quando vedrai concretamente i risultati di questa semplice azione, sarà più naturale reclamare del tempo per te e disconnetterti dal mondo.

5. Dormi
Il sonno è il modo in cui il nostro cervello e il nostro corpo si riposano. Quando non riusciamo a dormire bene, ci sentiamo affaticati, poco lucidi e incerti sul da farsi. Non sacrificare mai le ore di sonno di cui hai bisogno, anche se hai progetti o pensieri che vorrebbero togliertelo!

6. Usa la respirazione consapevole
La respirazione è l’unica funzione senza la quale non possiamo sopravvivere per più di pochi minuti: possiamo digiunare per diversi giorni, possiamo restare senza bere per tre giorni in media, possiamo restare senza dormire per oltre ventiquattr’ore senza avere danni ai circuiti cerebrali, ma non possiamo restare senza respirare per più di tre minuti!
Come scrivo in Tutta un’Altra Vita, la respirazione è un perfetto ponte tra il conscio e l’inconscio. È una delle poche funzioni corporee su cui possiamo agire consapevolmente: se lo desideriamo possiamo accelerare il nostro respiro, rallentarlo, ampliarlo o approfondirlo.
Ma esso continua a funzionare anche se non ce ne occupiamo. Una respirazione profonda e piena esegue un massaggio tonificante per gli organi interni ed i muscoli addominali e si è dimostrata utile in molti casi di ipertensione e di ansia.
Ogni volta che ti senti tesa/o, nervosa/o o preoccupata/o, prenditi il tempo per portare l’attenzione al respiro. Immagina che tutte le emozioni negative e i pensieri ingarbugliati di quel momento escano con l’espirazione e che, calma, serenità e lucidità entrino con l’inspirazione. La respirazione consapevole ha un effetto immediato e può essere praticata in qualsiasi momento.

7. Lasciati supportare
Tutti noi riusciamo a fare qualcosa meglio di altri. E tutti noi, dovremmo avere l’onestà di riconoscere che ci sono cose che altri sanno fare meglio di noi. Saper chiedere aiuto e avere un team di amici o collaboratori di supporto è fondamentale per il nostro benessere psico-fisico. Nessuno fa mai niente da solo. Anche solo il fatto di poter parlare con qualcuno di ciò che ci preoccupa o che ci rende agitati, è un grande supporto perché ci permette di svuotare la mente e alleggerire il fardello emotivo. Ascoltare il parere di chi non è coinvolto in prima persona quanto lo siamo noi, ci permette di accogliere nuove soluzioni che prima non avevamo neanche notato.
Chiedere aiuto e riporre fiducia in un’altra persona è anche un modo per rafforzare le nostre relazioni interpersonali.

Riesci a rimanere calma/o davanti a situazioni stressanti? Cosa non ti permette di farlo (ancora)? Hai provato uno di questi metodi? Condividi la tua esperienza qui sotto con la community BlessYou!

Liberamente adattato da Travis Bradberry.

Commenta

Commenta