6 modi per trasformare il tempo in un alleato prezioso

A volte ci lamentiamo di non averne abbastanza e vorremmo giornate di 48 ore, altre volte lo sprechiamo senza accorgercene. Ma se c’è una risorsa che è uguale per tutti, quella è proprio il tempo. É il modo in cui lo utilizziamo che fa la differenza e ci fa considerare il tempo come un prezioso alleato, piuttosto che un nemico da combattere.

Come scrivo in Tutta un’Altra Vita, riprendendo le parole di Michael Hall, padre della Neuro-semantica, siamo noi a creare il tempo quando paragoniamo eventi che sono accaduti (passato), eventi che stanno accadendo (presente) ed eventi che accadranno (futuro).

Ecco allora 6 modi per trasformare il tempo in un alleato prezioso.

1. Vivi nel presente
L’unico momento che esiste veramente è il presente. Ieri è passato e non può essere cambiato, domani deve ancora arrivare (ma non ne abbiamo la certezza). Come scrivo in Mi Merito il Meglio, il respiro è un ottimo modo per riportarci al momento presente.
Ogni volta che senti ansia, affanno, preoccupazione, prendi un respiro profondo. E nota la sensazione del tuo respiro. Senti come l’aria si muova dentro e fuori dal tuo corpo.
Nota come il petto e l’addome si espandono e contraggono leggermente con l’in- e l’e-spirazione. Un solo respiro cosciente è sufficiente per fare spazio dove prima c’era la successione ininterrotta di un pensiero dopo l’altro, e per riportarci nel qui e ora. Il qui e ora è anche il solo momento che abbiamo per prendere le decisioni che creano il nostro futuro. Non possiamo decidere ieri e non possiamo farlo domani. Possiamo solo farlo ora. E se ora la nostra mente è da qualche altra parte, ci perdiamo questa occasione.

2. Lascia andare ciò che è già accaduto
Qualche volta il problema che ci angustia non riguarda il presente ma qualcosa che è accaduto «nel passato». Perciò il problema è dato da «come noi continuiamo» a tenere nella mente quei pensieri e quelle sensazioni del passato. Ma quante energie (e tempo ovviamente) sprechiamo per fare questo?
Una delle trappole in cui cadiamo più spesso e che ho descritto in Libera la Tua Vita è quella del nostalgico, ovvero una persona che vive continuamente nel passato e i cui pensieri sono focalizzati su ciò che è stato, su ciò che avrebbe potuto essere, sulle scelte che ha fatto e che avrebbe potuto fare. Spesso siamo così legati al passato, a determinati pensieri, a certi stati d’animo, ad alcuni ricordi che, anche se sono spiacevoli, sono diventati la nostra «zona di comfort». Chi sarei senza quel modo di pensare? Cosa farei? ci chiediamo. E abbiamo paura a lasciarli andare.
Prova a fare pace col passato con questo esercizio: prendi un foglio e scrivi una lettera al tuo passato. Ringrazialo e ringraziati per ciò che è stato, per gli insegnamenti appresi.
Perdona per iscritto tutte le persone che hai bisogno di perdonare (incluso te stesso). Prenditi tutto il tempo necessario. Può darsi che tu abbia bisogno di farlo in più volte: va bene così, non affrettare il processo. Ricordati che senza il tuo passato non saresti ciò che sei ora. Quando hai terminato, puoi chiudere la lettera e metterla in un cassetto con delle erbe profumate o ancora meglio seppellirla. Se decidi di seppellirla, pianta sopra di essa i semi del tuo fiore preferito.

3. Focalizza la tua attenzione su ciò che è importante per te
Se qualcosa non è in linea con i tuoi valori o semplicemente preferisci passare il tuo tempo in modo diverso, rispetta questa tua volontà. Molte volte ci ritroviamo a dire di sì solo per evitare il giudizio degli altri, per sentirci accettati, ma così facendo tradiamo noi stessi. Non preoccuparti del giudizio degli altri, spiega le tue ragioni con gentilezza e non sentirti in colpa se gli altri non capiscono, non è un tuo problema. Mettere le nostre priorità al centro non significa essere egoisti, ma rispettarsi.

4. Programma le attività
Per organizzare il proprio tempo, potrebbe essere utlile fare un programma giornaliero o settimanale delle attività. Segna le cose da fare, quanto tempo pensi ti debba servire per ciascuna di esse. In questo modo, è più facile avere il controllo sulle cose da fare e sul tempo a disposizione.

5. Passa del tempo con te stessa/o
Prima di essere mamme, mogli, impiegate o casalinghe, siamo delle donne con delle necessità (ovviamente il discorso vale anche al maschile). Trovare il tempo per noi stessi, oltre agli impegni di lavoro, famigliari, è importante per il nostro benessere e la nostra felicità. Può essere un trattamento di bellezza o tempo da dedicare alla lettura, a un nuovo hobby, a un nuovo sport, a te la scelta. Fare qualcosa per noi stessi e che ci nutre l’anima arricchisce la nostra vita.

6. Passa del tempo con chi ami
Stare con chi amiamo e con chi ci ama è una grande fonte di forza e di motivazione. Programma una sera a settimana per una cena fuori, per andare al cinema o per fare qualcosa insieme alla tua famiglia, al tuo partner. Questo può essere anche un modo per rompere la routine e condividere un’esperienza insieme!

Commenta

Commenta