6 modi per allenare la creatività

La creatività è una capacità che tutti noi possediamo, ma che,  molto spesso, non  lasciamo libera di esprimersi. I giudizi negativi che noi stessi ci diamo (“non sono capace”, “non so fare questo”) o che gli altri generosamente ci danno, imbrigliano il nostro potere creativo, l’espressione del divino che è in noi.
Essere creativi significa riuscire a trovare nuove soluzioni a vecchi problemi, percorrere una strada non ancora percorsa, rischiare abbracciando l’incerto.

Ci sono diversi modi per allenare la creatività. Qui di seguito, ve ne proponiamo 6 di facile e immediata applicazione.

1. Poniti le domande giuste
Se osserviamo i grandi leader, inventori e innovatori della storia, possiamo notare che, al di là delle differenze sociali, culturali ed economiche, avevano tutti un tratto in comune: la capacità di farsi domande. Porre e porsi domande ci aiuta a riflettere sulla direzione che stiamo prendendo, ci aiuta a pensare a modi per vivere meglio  e migliorare il nostro mondo interiore e quello esteriore.
Significa aprire la mente a nuove possibilità, essere curiosi, critici e avere a che fare con l’incertezza.
Che tipo di domande stimolano la creatività? Dal semplice “ cos’è?”, “come funziona?”, “perché è così?” a “che cosa succederebbe se…”,  “cosa può essere migliorato?”. Per approfondire questo argomento, ti consiglio il mio ultimo libro Il Potere delle Domande. Ricorda: non ci sono risposte giuste o sbagliate, ci sono solo le domande giuste.

2. Scrivi, disegna, ritaglia
Scrivi i tuoi pensieri, le tue idee e intuizioni. Puoi farlo sul tuo diario, su dei post-it, su una lavagnetta.
Mettere nero su bianco quello che ci viene in mente, ci aiuta a organizzare successivamente i nostri pensieri in azioni concrete.
Anche ritagliare delle immagini o disegnare ci aiuta ad esprimere ciò che abbiamo dentro a livello inconscio.

3. Medita
È scientificamente provato: la meditazione stimola l’intuizione e la creatività. Quando meditiamo, infatti, portiamo il corpo ad uno stato di totale rilassamento, un po’ come accade nel sonno, mantenendo però la mente sveglia e focalizzata. Si dice che molti geni e grandi artisti come Leonardo da Vinci, Pico della Mirandola, Mozart, Beethoven e Cartesio traessero costantemente ispirazione da questo stato. Anche Albert Einstein e Thomas Edison accedevano spesso a degli stati meditativi per accrescere il loro estro: il primo stava sognando ad occhi aperti su un tram quando sviluppò la teoria della relatività, il secondo stava parlando da solo nel bosco quando realizzò il progetto finale della lampadina.
La meditazione non è una pratica da fare solo ogni tanto o da cui aspettarsi risultati immediati. Puoi iniziare con 5 minuti ogni giorno, per poi aumentare gradualmente. Siediti con le gambe incrociate sul pavimento (anche sedersi su una sedia va bene) e fai dei lunghi respiri profondi, concentrandoti sull’aria che entra ed esce.
Come per ogni cosa ci vuole tempo e costanza. Farlo perfettamente non conta; ciò che è importante è farlo!

4. Circondati di persone creative e impara dagli altri
A volte le idee migliori nascono dal confronto con gli altri. Non avere paura di circondarti di persone migliori di te in qualcosa o di parlare delle tue idee con i tuoi collaboratori. Ascoltare un punto di vista esterno può darti delle intuizioni che non avevi minimamente immaginato!

5. Guarda video motivazionali e leggi
Internet è una delle più grandi invenzioni della storia. Ci permette di accedere a contenuti da qualsiasi parte del mondo, a qualsiasi ora ed è una fonte inesauribile di idee! Quando hai un piccolo momento di pausa, guarda alcuni video motivazionali, magari proprio quelli delle persone a cui ti ispiri. I video TEDx,  disponibili anche in italiano, possono darti una grande carica e fornirti nuovi spunti per i tuoi progetti!
Anche leggere, magari generi diversi da quelli che di solito prediligi, può darti nuovi input.

6. Impara qualcosa di nuovo
Imparare nuovi hobby,una lingua straniera o cambiare alimentazione anche solo per un mese ci fa uscire dagli automatismi e spezza la routine, il nemico per eccellenza della creatività. Più ci esercitiamo a fare qualcosa di nuovo, più allarghiamo la nostra zona di comfort (quella in cui ci sentiamo protetti e al sicuro). In questo modo, scopriremo nuove passioni, modi di agire e di pensare, capacità e modi di vivere!

Vi considerate persone creative? Cosa fate per allenare la creatività? Condividete le vostre esperienze con la community BlessYou, lasciando un commento qui sotto!

Commenta

Commenta