5 modi per essere produttivi continuando a sorridere

Spesso quando pensiamo ad essere più produttivi sentiamo una stretta allo stomaco pensando al carico di lavoro e allo stress che questo comporta.
E se ci fosse un modo per diventare superproduttivi in maniera rilassata?

C’è una bella novità: puoi essere follemente produttivo e continuare a respirare il profumo dei fiori, assaggiare un buon bicchiere di vino o goderti un abbraccio.

Alcuni giorni fa mi è stato detto “sei una delle persone più produttive che conosca, e continui a sorridere e sembri anche così rilassata. Come ci riesci?”

Come scrivo in maniera più approfondita nel mio libro Mi merito il meglio, credo che l’alta produttività non consista nel “fare”, ma nell’ “essere”.

Se vuoi essere molto produttivo/a – e continuare a goderti la vita – hai bisogno di osservare come vivi la tua vita ed al modo in cui usi la tua mente.

Ecco cinque suggerimenti:

1- Crea la pace dentro di te.
La maggior parte delle persone vive in uno stato costante di conflitto interiore e soffre a causa dei pensieri negativi che sabotano la produttività.

Ecco uno scenario: immagina che la tua automobile sia sprofondata in un fossato ed un gruppo di soccorso arriva e iniziano a tirare le corde che hanno legato intorno al paraurti dell’auto. Purtroppo però non stanno tirando tutti nella stessa direzione; qualcuno sta tirando verso la strada e qualcun altro invece sta tirando in direzione del fosso.
Questo è esattamente quello che succede quando siamo divisi internamente: tutto è faticoso, non succede niente ed è molto frustrante. Ma cosa succede quando la tua mente, il tuo corpo e la tua anima sono allineati?

Quando la nostra energia è allineata, siamo nello stato di flusso.
Quando creiamo la pace dentro di noi, e siamo dedicati al compito di quel momento – senza alcun pensiero negativo o sabotante la nostra produttività – ogni azione diventa senza sforzo. Siamo capaci di ottenere molto di più con meno sforzo. E con più divertimento.

Suggerimento: indossa un braccialetto elastico. Ogni volta che ti accorgi di pensare pensieri negativi, sposta il braccialetto sull’altro polso. Questo ti aiuterà a diventare sempre più consapevole di come creare la pace interiore.

2- Vai fino al tuo limite. Fallo regolarmente.
Molte persone si servono soltanto di una minuscola parte delle proprie capacità e cercano sempre di risparmiare energia. Per esempio, siamo tentati di riposarci quando ci sentiamo stanchi/e, per riappropriarci del gusto della vita. Mossa sbagliata! Più energia consumi, più ne hai.

La stanchezza può essere un segnale di tante cose. Se sei in salute, può voler dire che ti stai annoiando, che sei frustrato, che non ti muovi abbastanza o che hai bisogno di più ossigeno. Oppure che un conflitto interiore ti ha svuotato di energia. È importante che tu ti spinga al tuo limite con regolarità. Inizia a correre, a praticare arti marziali, a nuotare o a fare altre attività – ci sono molti modi per fare esercizio in modo vigoroso.

Suggerimento: se ti senti esausto/a o letargico/a, vai a fare una passeggiata per ravvivare la tua energia e rinfrancare lo spirito.

3- Agisci.
La maggior parte della gente non è produttiva perché non agisce. Hanno sogni e piani, ma non li portano avanti. I pensieri negativi possono far deragliare l’azione. Può essere che tu abbia dei dubbi riguardo la tua capacità o che tu stia altre persone che hanno dubbi su di te.

Suggerimento: osserva quello che vorresti ottenere e domandati “Qual è il passo più piccolo verso la direzione dei miei sogni, che io posso intraprendere adesso?”. Poi fai quel piccolo passo. Adesso.

4- Fai quello che ti piace.
Pensa al modo in cui trascorri il tuo tempo. Ti piace il tuo lavoro oppure è una gran fatica? Io ho cambiato la mia vita e la cosa che mi appassiona di più è quello che  faccio ora. Spesso ricevo email dai miei amici “Ti sei accorta che sono le unidici di sera e stai ancora lavorando?”
“Non sto lavorando! Mi sto divertendo!”

Sì, quando i confini tra lavoro e divertimento si confondono, puoi davvero lavorare di più, ma ti stai divertendo.

Suggerimento: segui i tuoi sogni – anche se è solo per dieci minuti al giorno.

5- Ama ciò che fai.
Non possiamo fare sempre quello che ci piace. Ma siamo liberi/e di amare ciò che facciamo. Esiste un modo per trasformare persino il compito più noioso in un’attività piacevole, servendoci della consapevolezza. Nel momento in cui prestiamo una delicata attenzione alla nostra esperienza corrente, lasciando andare qualsiasi pensiero e giudizio, persino l’azione più banale può diventare piacevole. Consapevolezza non significa osservarti, significa essere pienamente presente, attimo dopo attimo.

Suggerimento: per diventare consapevole, osserva le sensazioni del momento. Che suono puoi sentire? I tuoi piedi sono connessi col terreno? Che sensazioni hai? Cosa vedi?

Per finire, una domanda chiave da farti…

Se vuoi essere produttivo/a ed apprezzare sempre di più la vita, c’è una domanda importante a cui hai bisogno di rispondere: perché essere produttivo/a?
Perché non sedersi semplicemente sul divano, mangiare salatini e guardare le repliche in TV?
Ma la domanda è: cosa vuoi fare della tua vita?

Ogni giorni ricordo a me stessa che la vita è breve e potrebbe terminare anche quella stessa notte. Questo mi dà il desiderio di gustare ed apprezzare ogni momento. Aggiunge anche una dose di calma urgenza perché quello che voglio é lasciare un segno nel mondo. E tu?

Se è così anche per te, una produttività consapevole ti aiuterà a creare una vita che offre sia piacere che produttività. Otterrai di più, continuando a sorridere e con questo sorriso illuminerai non soltanto la tua vita, ma anche quella delle persone intorno a te.

Non devi essere un supereroe. Crea la pace dentro di te e vivi pienamente ogni momento. Ecco tutto.

Commenta

Commenta