5 lezioni da imparare dalle scelte “sbagliate”

Molto spesso, qualcosa che va male è il segno di qualcosa che va per il verso giusto, ma quante volte ci lasciamo abbattere dalle nostre convinzioni negative?
Se una relazione d’amore a cui tenevamo va male, ecco che pensiamo che resteremo soli per sempre; un lavoro che non ci riesce come vorremmo ci porta a pensare di non esser fatti per quel tipo di attività. Ostacoli e sfide che rendono un’impresa più difficile di quello che pensavamo ci fanno pensare che non riusciremo mai nel nostro intento, e così via.
La verità è che riversiamo un sacco di aspettative sulla nostra prima scelta credendo che sia anche quella ottimale, ma difficilmente lo sarà, soprattutto per le decisioni importanti che prendiamo nella vita.

Ecco qualche esempio. Pensa a te qualche anno fa, di come eri innamoratissima/o della persona che pensavi fosse “il tuo compagno/la tua compagna per tutta la vita”. Ti fai tenerezza, vero? Come sei cresciuta, anche in termini di bisogni, dopo quella esperienza?
Pensa al lavoro che volevi fare appena uscita/o dall’Università o quando avevi 25 anni. La pensi ancora allo stesso modo? Anche in questo caso, quanta strada hai fatto in termini di consapevolezza?

La prima scelta non è quasi mai quella ottimale. Vediamo insieme 5 lezioni da imparare dalle scelte “sbagliate”.

1. Ogni scelta è un segno e un’occasione di crescita, non ha necessariamente a che fare con  l’intelligenza
Prova a guardarti indietro e analizza le scelte che hai preso con tanta convinzione. Se ripensando a quelle stesse scelte, ti viene da sorridere e quasi quasi pensi che siano state anche un po’ stupide, ho una buona notizia per te. Sei cresciuta/o! È proprio quando vai fuori dalla tua zona di comfort che ti metti alla prova, scoprendo lati di te che ancora non conoscevi.
Come scrivo in Tutta un’Altra Vita, saltare significa avere il coraggio di uscire dalla propria zona di comfort per esplorare aree sconosciute. Vuol dire navigare verso il mare aperto.
Abbandonare le abitudini e i modi di essere che non sono più funzionali e dare una nuova direzione alla nostra vita.

2. Inizia il prima possibile
Prima ti abituerai a sbagliare, più in fretta crescerai, prima e più facilmente arriverai a prendere le decisioni giuste. Non siamo mai veramente pronti per nulla, che sia una relazione o un progetto.
Prima inizi, meglio è!

3. Restringi la prospettiva
A volte ci lasciamo spaventare dalle cose più grandi di noi. Magari stai pensando di avviare una tua attività o dare vita a un nuovo progetto, ma la lista delle cose da fare ti scoraggia. Inizia con piccoli passi e restringi la prospettiva; meglio specializzarsi in un campo e diventare un’esperta di riferimento in quel campo.

4. Fidati del tuo istinto quando hai accumulato abbastanza esperienza
Puoi sapere cosa funziona e cosa non funziona, solo provando e riprovando.
Quando avrai accumulato abbastanza esperienza (ed errori), potrai iniziare a fare affidamento sul tuo istinto.

5. Sbaglierai, ma non per questo fallirai
Fare degli errori e sopportare tutto ciò che ne consegue (tristezza, senso di scoraggiamento, senso di non essere all’altezza, voglia di mollare tutto) sono il prezzo da pagare per raggiungere il tuo obiettivo, qualsiasi esso sia.
Distingui sempre tra la tua persona e le tue azioni. Se commetti qualche errore, non per questo sei un errore. Il tuo valore come essere umano non dipende da quello che fai e dai risultati che ottieni.
Solo per il fatto che hai deciso di provarsi e di non mollare, meriti tutta la stima possibile, in primo luogo da stessa/o.

Celebrare i piccoli successi, anche quelli che ti sembrano irrilevanti, coccolarti e trattarti bene ti aiuteranno a mantenere la motivazione.

Liberamente adattato da The Next Web

Se vuoi migliorare la relazione con te stessa/o, questi sono i corsi BlessYou che fanno per te!

Puoi Guarire la Tua Vita, il famoso corso ufficiale di Louise Hay, madre del pensiero positivo, che ha aiutato milioni di persone a ritrovare la serenità e a portare più gioia nella propria vita.

Tutta un’Altra Vita, il corso tratto dall’omonimo best seller che ha aiutato migliaia di persone ad affrontare il cambiamento.

Come consideri i tuoi errori? Come cambiano le cose se pensi ai tuoi errori come occasioni di crescita? Condividi i tuoi pensieri e le tue esperienze con la community BlessYou!

Commenta

Commenta