10 regole per dormire bene e vivere meglio

“Il sonno è per l’uomo ciò che la carica è per l’orologio.”
Arthur Schopenhauer

Diversi studi scientifici hanno dimostrato come dormire male (e/o poco) abbassi le nostre difese immunitarie e ci faccia ammalare fino a tre volte in più rispetto a chi riposa regolarmente. Quando il sonno è disturbato, siamo poco concentrati, abbiamo poche energie, siamo svogliati e irritabili. Lavoriamo di più, ma produciamo meno con conseguenze in tutte le aree della nostra vita.

Garantire al corpo e alla mente il giusto riposo è necessario per funzionare meglio e avere più benessere e vitalità. Il sonno è un’abitudine e come tale può essere modificata.

Ecco allora, 10 semplici consigli per dormire bene e vivere meglio!

1. Fai esercizio fisico
Diverse ricerche hanno evidenziato come il movimento fisico favorisca il rilassamento e quindi un buon riposo, specialmente se effettuato al mattino presto. Se si preferisce la sera, meglio fare sport almeno 2 o 3 ore prima di dormire, altrimenti il rischio è quello di alzare la temperatura corporea, rilasciare troppa adrenalina e ottenere esattamente l’effetto contrario.
Non occorre fare attività impegnative, anche una semplice camminata va bene, l’importante è che sia piacevole.

2. Punta la sveglia…per andare a dormire
Il nostro organismo segue dei ritmi scanditi da tanti orologi interni. Per regolare il ritmo sonno-veglia è meglio impostare una routine e andare a dormire e alzarsi sempre alla stessa ora. Sarebbe buona cosa, rispettare gli stessi orari anche nei weekend.

3. Riduci l’uso del computer e della televisione
Lavorare al computer anche alla sera o guardare la televisione prima di andare a dormire stimolano l’attività del cervello proprio nel momento della giornata in cui avremmo bisogno di rilassarci e preparaci al riposo. Evita di passare la tua serata controllando mail, Facebook, o guardando la televisione (soprattutto film d’azione!).

4. Riserva il letto solo per dormire
Come per il punto precedente, sarebbe meglio evitare di leggere a letto. Anche un buon libro infatti stimola il cervello. Meglio leggere sul divano o sulla poltrona in soggiorno e andare a letto solo quando il sonno sta per arrivare.
Se fai fatica ad addormentarti, invece di girati e rigirarti, alzati e vai in soggiorno; evita di stare a letto sveglio.

5. Sì al sonnellino pomeridiano solo se breve
Un sonnellino durante il pomeriggio (prima delle 15) è ottimo per ricaricarsi, aumentare la concentrazione e la produttività, a patto che non superi i 40 minuti, altrimenti il rischio è di non riuscire a dormire la notte.

6. Rilassati con un bagno o una bevanda calda
Un bagno caldo rilassa i muscoli e ci prepara a un sonno ristoratore. Anche bere una tisana o una camomilla hanno un grande effetto rilassante.

7. Alla luce del sole di giorno
L’esposizione al sole stimola la produzione di melatonina, un ormone necessario per regolare il ritmo sonno-veglia. Cerca di stare esposto alla luce del sole per una mezz’oretta durante la giornata, magari facendo una passeggiata al mattino presto o una pausa pranzo all’aperto. E ricorda che la luce del sole ha un effetto positivo immediato anche sull’umore.

8. Al buio di notte
La luce, anche se debole, disturba il nostro sonno. Per dormire bene, meglio abbassare le tapparelle, chiudere le persiane e spegnere tutte le luci.
Controlla anche la temperatura della stanza: non deve essere né troppo calda, né tropo fredda (tra i 18 e i 20 gradi ).

9. Mangia bene
Un’alimentazione pesante rende il sonno difficile e disturbato, soprattutto se si tratta del pasto serale. Allo stesso modo, anche andare a letto completamente a stomaco vuoto è sconsigliato. Come sempre..la virtù sta nel mezzo. Meglio uno spuntino leggero o un pasto a base di frutta e verdura per garantirsi un sonno tranquillo.
Un sonno ristoratore ha effetti benefici anche sul fisico: per dimagrire e attivare il metabolismo occorre dormire. Nel mio libro Frullato e Mangiato troverai tanti spunti ed idee per ricette facili e veloci che fanno bene la mente e allo spirito, portando benessere e  vitalità.

10. Evita sveglie troppo aggressive
I beep stressanti e aggressivi delle normali sveglie rendono il tuo inizio giornata poco piacevole. Meglio preferire melodie leggere e  armoniche per un risveglio più dolce e soft.

Seguendo questi consigli e impostando  una buona routine del sonno, probabilmente non avrai neanche più bisogno della sveglia…sogni d’oro!

Commenta

Commenta