Natale, festa della luce, festa della vita

Fin dall’antichità il periodo tra Dicembre e Gennaio era un periodo di celebrazioni, è quando il buio regna più a lungo e allo stesso tempo è il momento in cui si festeggia anche la rinascita del Sole.

Non è un caso che proprio in questo periodo si festeggi il nuovo anno.
I pagani festeggiavano la rinascita del Sole Bambino bruciando il ceppo nel fuoco e onoravano la Dea nei suoi molti aspetti di Madre.
Questo giorno era chiamato Alban Arthuan, il termine Alban designa le Feste di Luce. Qualcuno traduce Alban Arthuan con “la Luce di Artù”: si diceva che Re Artù fosse nato il giorno del Solstizio d’Inverno.

Qualunque sia l’origine, la tradizione di rinascita del sole si rinnova attraverso i tempi, le culture, le leggende e le religioni: Re Artù dorme in una grotta oscura e successivamente si risveglierà per portare pace e gioia nel mondo e sempre in una grotta nasce Gesù Bambino. É l’umanità che si illumina, la luce dell’anima che vince sulle tenebre, la fonte della vita e della consapevolezza.

Natale è

…Una luce di speranza, che ci illumina nonostante le preoccupazioni e le tensioni della vita quotidiana, le sfide e le difficoltà del nostro cammino e ci indica la via anche quando ci sembra di brancolare nel buio.

…Una luce di fede, indipendentemente dalle nostre credenze e dalla nostra religione, la luce che si rinnova, ci ricorda che nulla è definitivo e permanente, neanche il buio. La Vita opera sempre per il nostro bene anche se al momento non ne siamo consapevoli. L’Universo ci dà sempre ciò di cui abbiamo bisogno, a volte diverso da ciò che desideriamo, e ci ascolta sempre.

…Una luce d’amore, per noi, le nostre famiglie, i nostri cari e anche i nostri nemici. Il Natale ci ricorda che il perdono è il più grande dono che possiamo fare a noi stessi e agli altri. Lasciare andare il rancore e la rabbia guarisce e apre il nostro cuore a ricevere ancora più amore, la forza più potente di cui il mondo dispone.

…Una luce di condivisione, non solo intesa come scambio di regali e di auguri, ma come piacere di stare insieme e dedicare più tempo alle persone che amiamo.

…Una luce di gioia, perchè ci ricorda dell’abbondanza che ci circonda e di cui molto spesso non ci accorgiamo o diamo per scontata. Impariamo ad allenare il muscolo della gratitudine per quello che abbiamo, per il fatto di essere vivi e saremo circondati da gioia e felicità.

…Una luce di rinascita, perchè iniziare una nuova fase della nostra vita è sempre possibile. Non è mai troppo tardi per essere quello che desideriamo essere.

A tutti voi, Buon Natale!

Commenta

Commenta