I benefici del breathwork: imparare a respirare (3 consigli pratici)

Lo sapevi che hai uno strumento potentissimo a tua disposizione da sempre? Si chiama respiro.

Forse non ci hai mai pensato, perché respirare è l’attività che più dai per scontata: lo fai in ogni momento, senza pensarci, senza impegnarti per farlo, è una capacità innata che tutti riceviamo.

Eppure imparare a respirare correttamente può trasformare radicalmente la qualità della tua vita.

Per farti un esempio: se tu comprassi una moto, ma non avessi idea che per migliorare le prestazioni della tua corsa sia necessario cambiare le marce, semplicemente ti ritroveresti a correre costantemente in prima, senza sfruttare a pieno le potenzialità della tuo mezzo.

La stessa cosa fa la maggior parte delle persone: non è consapevole delle potenzialità e dei benefici di una corretta respirazione, e per questo motivo continua a respirare al limite della propria consapevolezza, con un incredibile, e soprattutto gratuito, strumento a disposizione che non viene mai sfruttato a pieno.

Il respiro è quanto di più magnifico ci è stato donato dalla vita, eppure sembriamo accorgerci della sua importanza solo quando ne siamo privati. Questo perché non ci hanno insegnato a percepire il respiro come una pratica che può essere affinata e utilizzata per migliorare la nostra vita.

In realtà imparare a sfruttare le potenzialità del respiro ci consentirà di dare una svolta qualitativa alle nostre giornate.

Pensaci…

Il traffico impazzito, le notifiche sul cellulare, al computer, sui social media, le giornate zeppe di impegni, le pubblicità che ci arrivano da tutte le parti.

Tutte queste richieste di attenzione arrivano al nostro cervello, che viene bombardato da mille direzioni.

Siamo sempre alla ricerca di tecniche e strategie per imparare a gestire tutto questo stress! Ed ecco che ci buttiamo nello yoga e nella meditazione o perché no, ci affidiamo al feng shui!

Questo va benissimo, io stessa sono promotrice di queste pratiche, ma prima di spendere un sacco di soldi per un corso di yoga o rivoluzionare l’intero arredamento di casa, c’è una tecnica semplice e potentissima che una volta imparata diventerà una delle risorse più importanti a tua disposizione!

Oggi voglio parlarvi di breathwork, ovvero del lavoro con il respiro, una pratica importantissima che insegno da anni in diverse parti del mondo con risultati straordinari

Praticare il breathwork significa imparare a respirare correttamente, al massimo delle potenzialità che questa attività riesce ad esprimere.

Infatti, essere consapevoli della nostra respirazione, e praticarla in maniera corretta, è fondamentale soprattutto in questa nostra epoca, caratterizzata da continui stimoli inviati al sistema nervoso.
Questo numero esagerato di stimoli sovraccarica il nostro sistema nervoso e ci porta a sentirci spesso irritabili, infelici, esausti, nervosi.. il lavoro con il respiro è lo strumento perfetto per gestire tutta questa iper-stimolazione.

Imparare a respirare in maniera sana e consapevole migliora la tua vita:

  • allontana le malattie
  • rilassa gli stati di tensione e di ansia, migliora la nostra concentrazione
  • aumenta la nostra energia
  • libera la nostra mente e la nostra creatività.

 

Per saperne di più, clicca qui >>


Anche le nostre emozioni sono legate al respiro: pensiamo ad esempio a quando siamo agitati o abbiamo paura e ci viene il respiro corto!

Ecco 3 passi semplici e utili per ritrovare il nostro equilibrio e la nostra energia attraverso il respiro:

 

#1 Riattiva il ritmo naturale del tuo corpo

Il nostro corpo è nato per avere un ritmo naturale ciclico: un ritmo che regola la circolazione dei fluidi, che ci porta ad alternare in modo del tutto naturale lo stato di stimolazione a quello di relax, lo stato di attività a quello di riposo.

Questo ritmo che è proprio legato alla respirazione.

Spesso invece ci dimentichiamo del relax e del riposo, e viviamo solo nella stimolazione e nell’attività.

Per questo motivo è importantissimo, ogni giorno, riattivare l’equilibrio tra questi stati.

Per farlo dobbiamo attingere all’espirazione rilassata, riattiviamo il sistema parasimpatico, cioè la risposta naturale della calma.


Un esercizio semplice da fare subito consiste nel trovare prima di tutto un luogo calmo, in cui possiamo rimanere soli; chiudi gli occhi per non lasciarti distrarre, e focalizzati sul tuo respiro e sulle sensazioni del tuo corpo. Inspira ed espira profondamente e lentamente dal naso.

Tutto qui! Molto semplice (sorriso)  Ma come molte cose semplici estremamente potente.

Ricorda, durante la giornata prenditi qualche secondo per fare 3 respiri profondi. Inizia a farlo regolarmente e potri già notare la differenza.

 

#2 Riconosci la tensione accumulata nel tuo corpo

Non siamo abituati ad ascoltarci e quindi non sempre riusciamo a capire quando il nostro corpo, o delle parti specifiche di esso, sono sotto stress.

Per questo motivo imparare a respirare in maniera corretta è così fondamentale per andare a ridurre questi stati di sovraccarico di tensione. 

Respirare bene ci permette di entrare in connessione con il nostro corpo e con la nostra mente.

Un’esercizio che puoi fare è questo: Inizia a individuare le parti del tuo corpo che ti danno una sensazione di tensione, dolore, indurimento, riconosciamo i flussi di pensieri che si accumulano nella nostra mente e che generano in noi agitazione.

Nel momento in cui individuiamo queste tensioni, guardiamole senza giudicarle, dall’esterno, senza dar loro connotazioni negative, semplicemente, vediamole e osserviamole.

Così facendo, in maniera naturale, cominciamo a sentire che la tensione inizia a lasciare spazio alla calma, i muscoli iniziano a rilassarsi e con ogni espirazione lasciamo andare ciò che ci provoca stress e disagio, senza spingere fuori questi pensieri, ma lasciando che la respirazione li accompagni lontano dalla nostra mente e dal nostro corpo.

Probabilmente vi sentirete più leggeri dopo questa pratica!

A questo punto, abbiamo raggiunto uno stato tale che ci permetterà di accedere al terzo e ultimo passaggio.

 

#3 Apriti al flusso di energia positiva

Nel momento in cui cominciamo a liberarci dalle tensioni, infatti, siamo pronti per ricostruire i nostri sentimenti e i nostri pensieri: cominciamo allora ad essere grati della nostra energia interiore, del nostro respiro che ci porta vita, energia, forza.

Respiriamo e siamo grati per ogni molecola, assaporiamola, e rilassiamoci godendoci questo momento fino in fondo.

Respiriamo e abbracciamo questa energia vitale che scambiamo tra noi e il creato.

Siamo grati a questo nostro corpo, siamo grati al nostro respiro, siamo grati al nostro ciclo vitale e al creato.

Inspirando immagina di essere pervaso dalla gratitudine fino a sentirne i polmoni pieni!

Pratica questi semplici esercizi ogni giorno e condividi le tue esperienze con noi nei commenti qui sotto. (cuore)

Questi sono piccoli consigli ma la pratica del breathwork è molto più complessa e potente e una volta acquisita ti accompagnerà per il resto della tua vita, perché sarai tu a non poter più fare a meno degli immensi benefici che ne trarrai.

Scopri il webinar gratuito che io e Nicola abbiamo preparato per condividere con te alcuni semplici esercizi da cui cominciare …>> 

 

Ti unisci a noi (sorriso) ?

Clicca qui per prenotare il posto alla Masterclass sul respiro e scrivi “Ci sarò!” nei commenti qui sotto.

 

 

 

Commenta

Commenta